Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

«Noi ci siamo, con grande pacatezza, serenità e rispetto. Se ci saranno da fare le primarie le faremo. Se invece dovremo iniziare immediatamente, almeno saremo pronti, perché non sappiamo ancora chi e come vorrà fare le primarie, quindi più che abbracciare tutti, anche quelli che mi individuano come il responsabile di ogni male, non posso fare. Li abbraccio e gli ricordo cosa era la Puglia prima che noi vincessimo nel 2004 a Bari, prima che Vendola vincesse nel 2005. Era un posto quasi inospitale, dove era difficile anche sopravvivere, e adesso invece la lotta è in corso e le cose stanno migliorando, anche se c’è un’infinità di cose ancora da fare». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, rispondendo a margine di una conferenza stampa sulla firma di una convenzione con Admo, alla domanda dei cronisti sull’evento di presentazione della candidatura per le Regionali 2020, organizzato da Emiliano per domenica 20 ottobre in largo Albicocca a Bari.

«Io mi batterò in questa campagna elettorale soprattutto per consentire alla Puglia di rimanere una delle regioni più interessanti, belle e giuste d’Italia. Lo siamo da 15 anni a questa parte. La Puglia certamente non può tornare indietro, verso il suo passato. Ci sono tante cose che vengono raccontate in modo assolutamente sballato. Ora la campagna elettorale serve a correggere tutte le bugie». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano dell’evento di lancio della sua campagna elettorale per le Regionali 2020, domenica 20 ottobre a Bari.

«Domenica noi cominciamo la nostra campagna elettorale» ha detto Emiliano, spiegando che «per noi non è nulla di speciale rispetto a quello che facciamo tutti i giorni» e cioè «prendersi le responsabilità, governare, decidere, intervenire sulle tante cose che ancora non funzionano». «Ovviamente è un periodo nel quale daremo più informazioni, comunicheremo più e meglio, mi auguro, di quanto abbiamo fatto in questi anni, perché a questo serve la campagna elettorale. Si vota tra pochi mesi – ha aggiunto il presidente – e noi ci auguriamo che i nostri sostenitori ci diano una mano a spiegare quello che sta accadendo», «altrimenti si rischia di cedere il passo a tutti quegli interessi mostruosi che in Puglia vogliono saccheggiare la salute, i diritti, la bellezza del nostro territorio».


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui