aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

L’Amtab è pronta, come annunciato dal sindaco Antonio Decaro, ad acquistare 23 nuovi bus ma i sindacati chiedono la modifica del capitolato d’appalto. Perché i mezzi precedentemente acquistati (secondo le stesse condizioni previste nel nuovo bando) in realtà hanno presentato numerosi problemi in termini di sicurezza e comfort. Da qui la richiesta della Fit Cisl di migliorare il capitolato prima che sia troppo tardi.

A cominciare dal posto guida: “Si ritiene di dover considerare l’aggiunta di un apposito rialzo poggiapiede sinistro per migliorarne stabilità e comfort del conducente, evitando l’affaticamento in fase di guida”. La porta di separazione della cabina guida deve poi garantire maggiore sicurezza. “Si ritiene di dover specificare – si legge nel documento –  che la struttura debba essere di tipo antintrusione con pareti alte fino al soffitto dotata di serratura apribile dall’esterno con sola chiave tecnica; per tale soluzione si può considerare costruttivamente la tipologia di posto guida allestita su vetture con numerazione sociale 7401÷7413 in servizio presso AMTAB, ideale e sufficiente a proteggere il conducente da atti vandalici ed aggressione”. Problemi anche per il parabrezza. “Si ritiene – si legge ancora nel documento –  di dover aggiungere che deve essere previsto anche un efficace sbrinamento per finestrino laterale del conducente e della prima anta della porta rototraslante anteriore”. Il sindacato chiede anche sedili per autisti che siano lavabili, finestrini scorrevoli per il ricircolo dell’aria a bus spento, alloggi per estintori più sicuri. “Si ritiene – conclude la nota –  di dover specificare che l’alloggio dell’estintore dovrà essere integrato in apposita nicchia inglobata nei manufatti dell’abitacolo interno, eliminando ogni interferenza da urto con passeggeri in movimento, evitando tanto più la facile estrazione per l’utilizzo improprio da parte di malintenzionati”.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui