Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Non solo notizie negative per la regione Puglia impegnata in una vera e propria gara di solidarietà. In poche ore, a partire da questa mattina, sono stati raccolti già 80mila euro. L’idea è partita dagli stessi cittadini, i quali, nelle ultime ore, si sono impegnati in una serie di raccolte fondi per supportare il lavoro degli ospedali e fronteggiare l’emergenza ricoveri.

Diverse le iniziative che hanno catturato subito l’attenzione sui social raccogliendo nel giro di poco tempo diversi consensi. Tra queste la raccolta da parte di un gruppo di amici attivata ieri “Restiamo a casa, ma non stiamo fermi”, i quali hanno rilanciato sui social il messaggio “Si, ci vogliamo bene e, per questo, restiamo a casa”, ma anche la raccolta fondi sul sito Gofundme, i cui proventi saranno destinati al reparto di terapia intensiva del Policlinico di Bari. I pugliesi, seguendo la scia di diverse iniziative lanciate da vip e aziende, stanno dimostrando, nelle ultime ore di essere pronti a fronteggiare insieme l’emergenza che sta attanagliando l’Italia e di conseguenza la regione, che vede da diversi giorni, molte attività in deficit economico.  Molto positivi i risultati raggiunti. Per quanto riguarda la raccolta fondi “Restiamo a casa, ma non stiamo fermi”, in sole 15 ore sono stati raccolti 5.800 euro su un totale di 10mila, obiettivo del progetto.

“La paura che provi in questo momento non è diversa dalla nostra: non possiamo annientarla, ma possiamo far sì che si trasformi in qualcosa di buono per tutti – hanno spiegato gli organizzatori – se ti vuoi bene, stai con noi…anche se non siamo i Ferragnez, è il nostro momento per tramutare le parole in azioni”.  Anche la seconda raccolta, estesa a tutti gli ospedali pugliesi e lanciata sempre nella giornata di ieri, ha ottenuto ottimi risultati: in 21 ore sono stati raccolti oltre 95mila euro,. L’obiettivo in questo caso è molto più ambizioso e punta a raccogliere in totale un milione di euro, soldi che saranno utilizzati per l’acquisto di nuovi macchinari per il reparto.  “Siamo in contatto con la regione e il Direttore Sanitario Puglia Vito Montanaro – hanno raccontato nella descrizione gli organizzatori – ci ha indicato che nelle strutture bisogna potenziare i quantitativi di ventilatori polmonari e monitor multi parametrici, ci metterà in contatto con il responsabile della Asl Bari che ci indicherà quali modelli in particolare dobbiamo acquistare con i nostri fondi, appena sapremo i modelli ci metteremo in contatto con tutte le altre strutture sanitarie in Puglia”.  “Facciamo vincere il contagio quello bello, perché uniti possiamo vincere! Un piccolo gesto può fare grandi cose” – concludono gli stessi invitando la gente a continuare sulla scia della collaborazione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui