Cabtutela.it

A basso contenuto calorico, ricca di nutrienti e consigliata per i diabetici: parliamo della zucca, l’ortaggio autunnale per eccellenza. Simbolo indiscusso della festa di Halloween, è ormai presente sulle tavole degli italiani sia come decorazione, grazie ai suoi colori giallo-arancio allegri e brillanti, sia per deliziare i palati grazie al suo sapore dolciastro. La zucca è un’erbacea rampicante che presenta foglie ruvide e molto grandi. I frutti maturano dalla fine del mese di agosto fino agli ultimi giorni di novembre, ma poiché negli anni si sono perfezionate di molto le tecniche e i metodi di conservazione, è ora possibile trovarla sul mercato 365 giorni l’anno.

In Italia le specie commestibili sono tre: la cucurbita pepo, i cui frutti ancora non sviluppati e verdi sono noti quali zucchine, la cucurbita maxima o zucca comune, dal frutto tondo e grande oltre che dalla polpa gialla e infine la cucurbita moschata, dai frutti di taglia media e di forma oblunga. Esistono anche delle specie non commestibili, utilizzate soprattutto a scopo ornamentale. Va ricordato che la sua diffusione in Europa si deve soprattutto ai coloni spagnoli. Oggi viene coltivata in moltissime regioni italiane, tra queste sicuramente nella bassa pianura lombarda, in Veneto, in Emilia-Romagna e in Campania.

Come tutti gli ortaggi di colore arancione la zucca è ricca di sostanze utili per l’organismo, tra cui i caroteni, minerali, calcio, potassio, sodio, magnesio, vitamina E ed A, ma non solo. Alla zucca vengono riconosciute proprietà calmanti e diuretiche, oltre che antiossidanti e antinfiammatorie. Importante, per il corpo, è anche l’apporto di fibre e amminoacidi contenuti in buona quantità all’interno dell’ortaggio. Oltre che in cucina, la zucca è utilizzata in ambito erboristico per lenire le infiammazioni della pelle, ma anche per la preparazione di maschere nutrienti per il viso. I semi, infine, grazie al loro contenuto di cucurbitina e al loro alto contenuto di proteine, aiutano a proteggere la prostata e a contrastare patologie dell’apparato urinario sia maschile che femminile: sono ad esempio utili in caso di cistite. I semi però, prima di essere mangiati, devono essere essiccati.

La zucca può essere utilizzata sia per ricette dolci, sia per ricette salate, ma anche per degli estratti detox e rinvigorenti. Il suo sapore dolciastro, per alcuni, può risultare troppo stucchevole, ma combinata con i giusti elementi, la zucca può diventare appetibile per chiunque, oltre che risultare ottimale per la salute. Ecco due ricette per portare sulle nostre tavole la zucca nella versione dolce e salata.

Risotto alla zucca
Per poter cucinare il risotto alla zucca è necessario iniziare a preparare a parte il brodo vegetale. Unire, in una pentola con circa un litro e mezzo di acqua, due carote sbucciate, il sedano tagliato a pezzetti, una cipolla e il prezzemolo. Portare ad ebollizione e lasciar bollire per 15 minuti circa, aggiungendo del sale. In alternativa, per velocizzare la preparazione del brodo vegetale, è possibile inserire due dadi vegetali all’interno del procedimento seguente. Tagliare a pezzettini molto piccoli la cipolla, facendola cuocere a fuoco basso, con dell’olio, in una pentola per circa una decina di minuti. È importante, durante questo procedimento, far mantecare la cipolla con un po’ di brodo vegetale o, in alternativa, con dell’acqua e i due dadi vegetali.

A seconda dei gusti, è possibile, durante questa fase, aggiungere in cottura anche dei cubetti di pancetta. Non appena la cipolla risulterà appassita inserire la zucca tagliata a cubetti molto piccoli (precedentemente pulita eliminando semi, scorza e filamenti). Lasciare cuocere fino a quando la zucca non diventa morbida. Evaporato il brodo si può passare ad unire il riso e il brodo a piccole dosi mescolando continuamente. Non appena il brodo sarà evaporato è possibile sfumare con del vino bianco. Quando il riso sarà pronto, a fuoco spento, aggiungere del parmigiano grattugiato e far amalgamare il tutto. Se ci si vuole concedere una coccola in più nei giorni più freddi è possibile aggiungere, al posto del formaggio, anche della stracciatella. Ed ecco pronto il risotto alla zucca!

Plumcake zucca e cioccolato
Inserire la zucca (circa 250 grammi) in un recipiente e schiacciarla con una forchetta fino a ridurla in purea.  A parte, spremere del succo di arancia (almeno 3 arance) e versarlo successivamente nello stesso recipiente della zucca accompagnato da circa 75 grammi di miele, due cucchiaini d’olio d’oliva e 150 grammi circa di yogurt bianco (si possono utilizzare diversi tipi di Yogurt a seconda dei gusti, va bene quello greco, oppure quelli aromatizzati con frutta o altri sapori). Dopo aver mescolato il tutto, aggiungere all’impasto scaglie di cioccolato fondente (o gocce di cioccolato che si trovano in quasi tutti gli scaffali dei supermercati) farina di farro o di tipo 00 (circa 300 grammi) e infine il lievito continuando a mescolare. Versare l’impasto in uno stampo per plumcake, dunque lungo e rettangolare cospargendo, infine, con altre scaglie di cioccolato. Infornate a 180 gradi per 55 minuti circa.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui