Cabtutela.it
acipocket.it

Le più belle fiabe della tradizione pugliese narrate da artisti e cantastorie d’eccezione, per un viaggio orale, e quanto mai corale, lungo tutta la regione. È il Filatoio Digitale, realizzato da Le Strade della Fiaba, progetto della Regione Puglia finalizzato a tracciare un itinerario culturale che, partendo da radici e tradizioni e con un approccio sostenibile, possa diventare un’opportunità di sviluppo per intere aree della nostra regione. A partire dal 23 di aprile e fino al 2 maggio, dunque, appuntamento alle ore 15 sulle pagine Facebook @piiilculturapuglia e @lestradedellafiaba, per un viaggio nella tradizione attraverso la voce di grandi interpreti e appassionati della materia.

Tra questi Aldo Patruno, che il 23 aprile introduce il ciclo di narrazioni, Laura Marchetti che il 25 aprile narra “Giovannino senza paura” – omaggio ad Antonio Gramsci, che durante la prigionia nel carcere di Turi rielaborò la fiaba trasformandola nel racconto “Storia di uno, Giovannin Senzapaura, che partì di casa per imparare cos’è la pelle d’oca” – Jelly Chiaradia, che il 26 aprile narra “Regina Lenticchia”, Carla de Girolamo e Luciano Toriello, che il 27 aprile narrano “Maddalena e il Mare”, Biagio De Nittis e Federico Scarabino del gruppo musicale Rione Junno, che il 28 aprile narrano “Le tre fate e lo zampognaro” di Pescocostanzo, Nunzia Antonino, che il 29 aprile narra “La sposa sirena”, Michele Lobaccaro e Nabil Salameh del gruppo musicale Radiodervish, che il 30 aprile narrano “Il Mercante e il Gran Turco”, Massimo Colazzo che venerdì 1 maggio narra “Le Tre sorelle” (O kunto mi’ kiatera kèccia), Paolo Panaro, che il 2 maggio narra “Lu commananti e Uecchirussi” (Il comandante e Occhirussi) e, infine, Massimo Bray che il 3 maggio narra “La luna”.

Ognuna delle fiabe – commentata da Laura Marchetti – è rappresentativa dei percorsi turistico-culturali del progetto Le strade della fiaba, promosso dal Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia in collaborazione con l’Istituto della Enciclopedia Treccani e il Teatro Pubblico Pugliese.

Coordinato e ideato dalla prof.ssa Laura Marchetti, il progetto ha l’obiettivo di delineare una Strada della fiaba sulla quale si possano percepire quelli che Italo Calvino, camminatore e grande raccoglitore di fiabe, chiamava gli “aromi locali”, ovvero gli scenari, i cibi, le usanze, le conoscenze, le forme architettoniche, le tradizioni delle comunità locali, soprattutto di quelle che sembrano dimenticate, in quanto piccoli borghi o aree periferiche e interne. Filatoio Digitale rientra tra le attività di #WeAreinCasa, pagina web che raccoglie tutti i servizi che la Regione Puglia mette a disposizione dei cittadini in questo periodo di disagi causati dalla diffusione del Covid-19.

(illustrazione Giuseppe Inciardi – strade della fiaba)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui