lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

C’è chi passeggia tranquillamente, senza mascherina. Parlando amabilmente con chi incontra. Chi organizza una partita a calcio. E tanti ragazzi che creano assembramenti. La maggior parte senza mascherina. Poi ci sono le famiglie che si incontrano con bambini piccoli, si salutano, si abbracciano. Stesse scene sul lungomare, da San Girolamo a Madonnella. A Pane e pomodoro. In zona parco.

La fase 2 è iniziata in anticipo a Bari. Anzi diremmo la fase 3. Oggi in città sembra quel “liberi tutti” mai concesso. Sembra che il coronavirus sia solo un brutto ricordo. Sembra che le nuove regole, d’altronde non ancora partite, non siano  proprio state comprese.

Una situazione completamente fuori controllo. Soprattutto da parte di chi, incurante, parla e incontra amici senza proteggersi neanche con la mascherina. Tanti gli appelli a rispettare il distanziamento sociale, ad usare le mascherine, a non uscire se non per lavoro, salute o necessità. Oggi a Bari nessuno di quegli appelli è stato ascoltato.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui