Cabtutela.it
acipocket.it

“Al passaggio delle pattuglie della polizia locale i giovani si disperdono per ritornare poco dopo a riassembrarsi”. E’ il racconto, quasi un diario quotidiano, da parte dei residenti del quartiere Umbertino di Bari, zona di riferimento per la movida. Con la Fase 2 e la riapertura di una parte di pub e locali serali, si ripetono le segnalazioni di assembramenti tra largo Adua, via Abbrescia, via Cognetti, largo Giordano Bruno, via Fiume.

“A nostro avviso – scrive sui sociak il Comitato per la salvaguardia della zona Umbertina – è necessaria la presenza fissa nei luoghi indicati delle forze dell’ordine, con funzione dissuasiva, ad esempio una volante sul giardino di Largo Adua e negli altri punti sensibili. Un accorato appello ai gestori dei locali di ristorazione. Non consentite gli assembramenti nei pressi dei vostri locali. Un ritorno alla fase 1 sarebbe deleterio per tutti”.

Ieri, 21 maggio, il sindaco Antonio Decaro ha minacciato la chiusura di intere strade o piazze anche a Torre a Mare. “Molti hanno dimenticato che gli assembramenti, la cosiddetta “movida”, oggi, è un terribile alleato del covid 19. E che se andiamo avanti così tra un po’ quelle strade non saranno chiuse al traffico, ma chiuse del tutto”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui