Cabtutela.it
revolution-academy.it

Presentato questo pomeriggio dall’assessore  al Bilancio Alessandro D’Adamo  il rendiconto di gestione 2019 del Comune di Bari.  Tra le voci più interessanti quella della lotta all’evasione. Nel 2019  sono stati accertati crediti per un importo pari a circa 15 milioni di euro, parte dei quali già incassati nel corso dello stesso esercizio in misura pari al 33% (cinque milioni di euro).

Per i residui attivi afferenti al Titolo I, ovvero relativi a crediti di natura tributaria, la consistenza finale registra una significativa riduzione rispetto a quelli finali 2018. Si passa, infatti da residui attivi finali al 31/12/2018 di 156 milioni di euro a residui attivi finali al 31/12/2019 pari a 142 milioni. Ciò significa che la fisiologica formazione di crediti tributari di competenza dell’esercizio 2019 risulta completamente assorbita dal maggior volume di riscossione registrata nel corso del 2019 dei residui attivi 2018 e precedenti.

Quelli afferenti al Titolo III ovvero relativi a crediti di natura extratributaria (proventi da servizi, da canoni, da sanzioni al codice della strada, ecc.), registrano un leggero incremento rispetto al 2018, assestandosi al termine dell’esercizio in misura pari a  circa 108 milioni di euro.

Sul fronte dei pagamenti, si evidenzia che durante l’esercizio finanziario 2019 risultano emessi ordinativi di pagamento per 408 milioni di euro complessivi, dei quali 300 milioni circa per spese correnti (di funzionamento) e 57 milioni circa per spese in conto capitale (investimenti/OOPP). Per quelli afferenti alle transazioni commerciali, rispetto al termine di 30 giorni previsto dal D.Lgs 231/2002, l’indicatore di tempestività dei pagamenti ITP (esplicativo dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente e la data di effettivo pagamento al fornitore), registra per l’anno 2019 un valore medio di -7,85 (quindi positivo), così come elaborato dalla Piattaforma Crediti Commerciali presso il MEF, peraltro migliorato rispetto all’analogo indicatore riferito all’anno 2018.

“Grazie al lavoro degli uffici e alla collaborazione dei cittadini – ha commentato l’assessore al Bilancio D’Adamo – stiamo lavorando per dare solidità e stabilità al bilancio comunale che per il 2019 si è chiuso con ottimi risultati. Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati ottenuti sul fronte della lotta all’evasione fiscale, che dimostrano l’efficacia delle politiche messe in campo dall’amministrazione comunale e il miglioramento ottenuto sulla performance dei giorni previsti per il pagamento alle aziende e alla società che operano e forniscono servizi per conto del Comune. Quello che per noi può essere un numero per le imprese invece significa poter contare su tempi e fondi certi per mandare avanti il lavoro e la propria attività. Fattori che in tempi come questo possono fare la differenza per la vita di tante persone. Per quanto riguarda i prossimi mesi, come già annunciato, cercheremo di mettere in campo tutti gli sforzi necessari per far fronte ai bisogni della comunità, garantendo servizi e investimenti utili a far ripartire l’economia sana del nostro territorio”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui