Cabtutela.it

Ricche di ferro e altamente proteiche, sono indispensabili per il funzionamento ottimale dell’organismo. Parliamo delle lenticchie, legumi appartenenti alla famiglia delle “leguminose”, termine che significa, letteralmente, a forma di lente. Note per il loro altissimo potere nutritivo, le lenticchie sono anche fonte preziosa di vitamine del gruppo B. Oltre ad essere ricche di ferro, risultano anche ricche di fosforo e fibre. Sono infatti ottime alleate nella prevenzione di problematiche come l’arteriosclerosi risultando inoltre molto utili in caso di stitichezza. Ma non solo, le lenticchie, come gli altri legumi, sono ottimi antiossidanti. Grazie al contenuto di flavonoidi, niacina e soprattutto tiamina, esse sono preziose alleate per la prevenzione della memoria e  nel favorire la concentrazione.

Ma le proprietà delle lenticchie non finiscono qui, esse infatti, oltre ad avere un buon contenuto di proteine, fibre, fosforo, ferro e folati contengono buone quantità di calcio, potassio e zinco. Il potere antiossidante, nello specifico, è dato dalla presenza in abbondanza della vitamina C, la quale contribuisce, tra le altre cose, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo oltre che al normale funzionamento del sistema immunitario, soprattutto durante e dopo sforzi fisici intensi. Il consumo regolare di legumi, nello specifico di lenticchie, apporta insomma diversi benefici all’organismo.

Tra questi vanno citati sicuramente la riduzione del peso in eccesso, se inserito in un piano alimentare specifico, l’abbassamento del colesterolo e della pressione, una prevenzione costante contro il diabete. In merito a questo, va specificato che il consumo di lenticchie, riduce l’assorbimento degli zuccheri semplici, migliorando il controllo glicemico e stabilizzando, di conseguenza, la glicemia, prevenendo, oltre al diabete, come già detto, anche i cambiamenti d’umore. Questo legume, in particolare, è in grado di aumentare il tono energetico, soprattutto nelle donne durante la settimana di mestruazioni, le quali soffrono maggiormente di carenza di ferro in quel periodo.  Infine, ma non meno importante, le lenticchie, oltre a proteggere da cancro al colon, sono ottime alleate delle donne in gravidanza, poiché  fonte di acido folico, essenziale per prevenire l’anemia megaloblastica e, nello specifico, le malformazioni fetali di tipo grave, come i difetti del tubo neurale e molto altro ancora. Conosciute soprattutto come piatto tipico invernale, per via dell’usanza di consumarle la notte di Capodanno come simbolo di prosperità economica e fortuna per l’anno a venire, le lenticchie risultano invece ottimali anche nella stagione estiva. Si tratta infatti di un alimento molto versatile. Ecco due ricette semplici e veloci per portarlo in tavola anche d’estate.

POLPETTE DI LENTICCHIE

Cuocete le lenticchie e una patata portandole ad ebollizione in una pentola. Non appena pronte scolatele per bene e lasciatele raffreddare. In una padella a parte mettere a rosolare una cipolla. Non appena dorata insaporirla con delle spezie a piacere, consigliamo salvia, curry, zafferano o paprika. Aggiungete lenticchie e patata mescolando per bene. In alternativa, dopo aver dorato la cipolla, è possibile inserire lenticchie e patata in un frullatore. In ogni caso aggiungete del pangrattato e del parmigiano grattugiato all’impasto. Una volta pronto, aiutandovi con degli stampi, preparate le polpette (della grandezza che preferite) e posizionatele su una teglia da forno. Fate cuocere a 180 gradi per 15 minuti circa. In alternativa è possibile friggere le polpette. Le polpette, se piccole, possono essere inserite nella tradizionale pasta al forno al posto della carne.

COUS COUS CON LENTICCHIE E VERDURE

Cuocete le lenticchie e, a parte, del cous cous (circa 60 grammi a testa) facendo attenzione a non cuocerlo troppo, ma lasciandolo invece al dente. Una volta raffreddati versate entrambi gli ingredienti in una ciotola condendo con ingredienti a piacere. Consigliamo sicuramente olio, pomodorini, tocchetti di formaggio emmenthal, ma anche olive nere, carote e tonno. Nonostante le lenticchie siano associate a piatti invernali, un’insalata estiva è sicuramente un ottimo piatto da gustare freddo, al mare, per assicurarsi di poter attingere a tutte le proprietà del legume porta fortuna. Anche in questo caso è possibile arricchire il piatto con delle spezie a proprio piacimento. Il cous cous può essere sostituito anche con farro o quinoa.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui