Cabtutela.it
acipocket.it

Sopralluogo ieri pomeriggio in quel che resta di Grotta Regina, il ristorante e stabilimento balneare sul mare abbandonato da anni, passato nella proprietà del Comune di Bari. A compierlo una delegazione del Comitato per la Tutela del Territorio Area Metropolitana di Bari, insieme a Nino Greco dell’Archeoclub. “La situazione è davvero drammatica – spiega Donato Cippone, rappresentante del comitato – Grotta Regina, simbolo della Bari degli anni Ottanta, è completamente abbandonata. Ormai un rudere, pericoloso, depredato dal tempo e dagli incivili”.

Sindaco quanti altri decenni dobbiamo stare in queste condizioni? Quanto altro denaro pubblico dobbiamo sperperare, fermo restando i rischi che si corrono? Stanchi di muovere critiche al Sindaco di Bari Antonio Decaro, quasi sempre rimaste inascoltate, per poi avere sistematicamente ragione delle nostre denunce, proviamo a proporre delle soluzioni a questo scempio – noto a tutti – di Grotta Regina a Torre a Mare..Donato CipponeComitato per la Tutela del Territorio Area Metropolitana di Bari

Publiée par Donato Cippone sur Mardi 25 août 2020

“L’idea che ci è venuta in mente – spiega ancora Cippone –  è quella di creare un cartello di associazioni e comitati, oltre a singoli cittadini di buona volontà, per sollecitare gli interventi della Pubblica Amministrazione al fine di mettere in sicurezza l’intero tratto di costa e, contestualmente, di promuovere delle iniziative per tutelare l’intera area facendo emergere e valorizzando – appunto – tutta quella parte antica di Bari, magari istituendo un parco archeologico e marino, nel più grande (già previsto) parco di lama San Giorgio e lama Giotto”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui