Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Senza eventi o mercatini nel rispetto delle limitazioni Covid, parte delle strade e delle piazze di Bari si illumineranno in vista delle festività di Natale grazie agli accordi tra Municipi e commercianti. Sono in fase di allestimento luci colorate e alberi: dal consueto allestimento di Amgas nel quartiere murattiano, al progetto sostenuto da 500 attività tra le vie dello shopping di Carrassi e Poggiofranco. I consiglieri dei Municipi I e V, in linea con la volontà di una parte della popolazione, hanno scelto di dedicare i fondi alle famiglie in difficoltà.

Ecco la mappa natalizia quartiere per quartiere. Il Municipio I – dal Libertà a Japigia fino Torre a Mare – ha deciso di devolvere il proprio contributo economico dedicato per le attività culturali, in azioni necessarie a sostenere le spese per contrastare l’emergenza Covid. A riavviare corso Mazzini, storica strada del commercio barese, ci ha pensato un professionista anonimo con una donazione per sostenere gli sforzi dei commercianti in un periodo difficile. Resta l’incognita dell’allestimento di via Manzoni, così come le strade pedonali via Sparano e via Argiro con il Comune in attesa di sponsorizzazioni o donazioni private.

Il Municipio II ha sostenuto e approvato il progetto condiviso da oltre 500 commercianti baresi, coordinati da Nino Armenise, per illuminare 12 strade di Picone e Carrassi fino a Poggiofranco. “Proprio perché il periodo è molto triste – spiega Armenise, storico titolare della boutique di calzature in  viale Giovanni XXIII – dobbiamo invogliare i residenti a spendere nel nostro Municipio”. Gli alberi di Natale saranno allestiti in quattro luoghi di riferimento entro l’8 dicembre: in piazzetta dei Papi, al centro del parco 2 Giugno, piazzale Lorusso, piazza Giulio Cesare. E per la prima volta le luci ci saranno luminarie a tema anche in via Unità d’Italia e viale della Repubblica.

Nel Municipio III è in programma per l’alba dell’8 dicembre un concerto lirico sulle scalinate della chiesa San Paolo, nell’omonimo quartiere. Tra le strade più frequentate ci saranno tre impianti di filodiffusione: in via Van Westerhout sino a strada san Girolamo; in via Bruno Buozzi nei pressi degli esercizi commerciali a seguire verso via Glomerelli; in viale Europa, nei pressi degli uffici del Giudice di Pace fino al viale delle Regioni. Inoltre si aggiugono due alberi di Natale veri, alti 5 metri: uno a Fesca, nella piazzetta di fronte al lido Massimo sul lungomare IX maggio. L’altro a san Cataldo nella rotatoria al bivio. Un terzo albero sarà posizionato in via Bruno Buozzi all’intersezione con viale Europa.

Il Municipio IV – Carbonara, Ceglie, Loseto – ha preparato luminarie e alberi di Natale su alcune strade principali di Carbonara come corso Vittorio Emanuele, a Ceglie in via Municipio, a Loseto in via Perrone, e Santa Rita in via Costruttori di Pace. Per la prima volta ci sarà un albero anche nel complesso edilizio Bari domani. “Inizialmente la commissione aveva avvallato un palinsesto ricco di iniziative annullate poi per il Covid. Speriamo che almeno con i colori arrivino messaggi di rinascita per tutti i residenti”, spiga il presiedente del municipio IV Grazia Albergo.

Per il Municipio V una parte dei fondi saranno destinati al welfare, per sostenere persone sole e le famiglie in difficoltà. L’altra parte per agghindare le strade: “Effettueremo un sopralluogo perché per alcune vie c’erano difficoltà con l’illuminazione pubblica”, spiega il presidente del Municipio V Vincenzo Brandi.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui