Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Cara Bari, ti scrivo questa lettera, perché anche io ho bisogno di scrivere a qualcuno per Natale. E siccome a Babbo Natale ho smesso di credere da parecchio e Gesù Bambino è troppo piccolo per capirmi, scrivo a te”. Inizia così la lettera che Cristiano Carriero, scrittore e formatore barese ha dedicato alla città di Bari tramite un post pubblicato sul suo profilo Facebook. Un post intimo e toccante, nel quale ha voluto raccontare lo stato d’animo di chi, emigrato in un’altra regione d’Italia ma con il cuore sempre in Puglia, per la prima volta nella vita non potrà tornare nella propria città per Natale. A causa della pandemia da Covid19, certamente, ma anche di tutte quelle circostanze che il passare del tempo pone di fronte a ciascuno di noi, come le perdita degli affetti più cari, che rappresentano sempre la prima molla verso il ritorno.

“Da quando non ho più i genitori, penso che la mia famiglia sia tu – prosegue Carriero nel suo dialogo immaginario con la città di Bari – a me basta camminare da solo, respirare il tuo vento, l’odore del tuo (mio) mare, vedere la luce dei lampioni del lungomare che si specchiano sulle acque placide, tra il teatro Margherita e il Chiringuito, e io sono in famiglia”. E ancora, ricordi toccanti di tradizioni di famiglia e di consuetudini di ragazzi; di vigilie passate per strada fino all’ora del cenone. Un racconto accompagnato da una fotografia del mare piatto che lambisce la città e del sole che la acceca anche nel giorno della Vigilia di Natale. 

Una lettera che, letta in valore assoluto, racconta i sentimenti delle tantissime persone che hanno scelto un percorso di vita lontano dalla propria città di origine e che si sono rispecchiati nel racconto di Cristiano Carriero rendendolo, in poco tempo, virale sui social network. Viralità che è stata ripresa anche dal portale e dai profili social di Alley Oop, il Blog de Il Sole24Ore dedicato alle donne, che ha riproposto integralmente la lettera dello scrittore barese facendone una dedica rivolta a tutti gli italiani lontani da casa: “Dedicato da Alley Oop a tutte le persone che non torneranno nel loro paese o nella loro città di origine per le prossime feste natalizie – si legge sul sito, a margine della lettera – In Italia dal 2002 al 2017 sono oltre 2 milioni le persone emigrate dal Mezzogiorno al Nord Italia”.

Qui è possibile leggere il testo integrale della lettera.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui