Cabtutela.it
acipocket.it

Avvicendamenti di cariche, quest’oggi nella Questura di Bari: rientra, infatti, il primo dirigente della polizia di Stato, Filippo Portoghese, dopo aver maturato l’esperienza di vice dirigente e responsabile della sezione Antidroga e Criminalità organizzata e dopo aver diretto la squadra Mobile di Caserta ed il IX reparto Mobile di Bari. Portoghese assume l’importante ruolo di dirigente della squadra Mobile e subentra al primo dirigente Domenico Giacinto Profazio, che ha lasciato il capoluogo per andare a rivestire il ruolo di vicario della Questura di Pesaro Urbino.

Contestualmente, il primo dirigente, Vincenzo Maruzzella, dopo un’importante esperienza presso la squadra Mobile di Cosenza e il commissariato di Rossano Calabro e la direzione dei commissariati di Grottaglie e Iesolo e Mesagne e della sezione Volanti di Brindisi, assume l’incarico di responsabile della divisione di polizia amministrativa e sociale e dell’immigrazione, prendendo il posto di Adriana Cappena, che a sua volta rivestirà il ruolo di vicario della Questura di Sondrio.

“Colgo l’occasione per ringraziare il dottor Profazio e la dottoressa Cappena per la professionalità, la competenza e l’impegno dimostrato negli anni di permanenza presso la Questura di Bari, augurando loro per il futuro i migliori successi professionali e personali – è il commento del questore Giuseppe Bisogno, che prosegue – Infine il primo dirigente Giovanni Spina che, dopo aver diretto i comandi sezione Polizia Stradale di Cosenza e Foggia, si insedia al comando del IX Reparto Mobile di Bari: si tratta di un dirigente di altissimo profilo che ha maturato un’esperienza importante nei vari contesti degli uffici di Polizia ed è stato più volte, dal 2001 al 2015, responsabile di contingenti dei reparti Mobili di Bari e Taranto nei principali servizi di Ordine Pubblico di rilevanza nazionale”. 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui