Cabtutela.it
acipocket.it

Deteneva, nel suo appartamento, circa 400 grammi di cocaina. L’uomo, Antonio Gatta, un 32enne del quartiere Japigia di Bari, è stato arrestato ieri dai militari della squadra mobile della polizia di Stato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti, da attività info-investigative avevano appreso che nell’abitazione dell’uomo era stata realizzata una centrale per il taglio e il confezionamento della droga ragione per cui, nel primo pomeriggio di ieri, si sono recati presso il domicilio dell’uomo e hanno proceduto alla perquisizione dell’appartamento. 

Durante quegli attimi concitati, il 32enne ha cercato di disfarsi di un borsello lanciandolo dal balcone, ma quest’ultimo è stato recuperato prontamente dal personale che, nel frattempo, era stato dislocato per impedire ogni tentativo di fuga. All’interno del borsello i poliziotti hanno rinvenuto oltre a 300 grammi di cocaina, confezionata in buste sottovuoto e materiale per la preparazione e confezionamento delle singole dosi: un bilancino di precisione, nastro gommato e bustine.

Gli accertamenti che ne sono seguiti all’interno dell’armadietto dell’indagato, addetto alle pulizie presso l’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari, hanno consentito di rinvenire altri 100 grammi di cocaina occultati sullo stesso posto di lavoro. 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui