Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Nell’ultimo fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Modugno, durante i servizi di controllo straordinario del territorio per il rispetto delle norme anti-covid, per la prevenzione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di droga hanno arrestato 2 persone, altrettanti i denunciati, effettuate varie perquisizioni, segnalati alla Prefettura 4 individui e sanzionate amministrativamente 57 persone.

Il primo a finire nei guai è stato D.B.V., 26enne, volto noto alle Forze di polizia accusato di spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato sorpreso dai militari della Sezione Operativa di Modugno mentre cedeva due bustine di marijuana, pari a due grammi, a un coetaneo, quest’ultimo poi segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. La successiva perquisizione nei confronti del 26enne consentiva di rinvenire un’altra dose della stessa sostanza pari a un grammo. Ovviamente entrambi sono stati sanzionati per aver violato la normativa anti-covid. Il D.B.V. tratto in arresto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari e all’esito della convalida d’arresto è stato rimesso in libertà con l’obbligo di presentazione giornaliera ai Carabinieri.

Altro spacciatore da “zona rossa” è stato un 20enne, B.N. sempre di Modugno, sorpreso sabato pomeriggio dai militari della Stazione CC di Bitritto mentre cedeva un grammo di marijuana ad un 17enne. Beccati nel momento in cui avveniva lo scambio, i militari hanno accompagnato i due giovani in caserma. In seguito alla perquisizione personale e domiciliare, il 20enne aveva addosso altre 4 dosi per un totale di 7 grammi di marijuana, la somma in contanti pari a 73 euro, ritenuta il provento dello spaccio e, in casa, 8 cipolline per un peso di 3,5 grammi di cocaina. Anche per lui, oltre alla sanzione per il mancato rispetto della normativa anti-covid-19, sono scattate le manette e all’esito della convalida è stato rimesso in libertà. Il minore, segnalato alla Prefettura, è stato affidato ai genitori.

I controlli estesi in tutto il territorio della Compagnia hanno consentito di denunciare in stato di libertà due soggetti, noti alle forze d’ordine, entrambi di Toritto: il primo, già sottoposto all’obbligo di dimora, dovrà rispondere del reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio poiché, sottoposto a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una dose di marijuana oltre a tutto l’occorrente per il confezionamento dello stupefacente (bustine, piattini, nastro isolante, coltellini, bilancino di precisione e residui di hashish, cocaina e sostanza da taglio); il secondo, è accusato di furto di energia elettrica avendo manomesso il contatore per allacciarsi direttamente alla rete elettrica.

Inoltre, a Binetto, i militari della Sezione Radiomobile hanno segnalato alla Prefettura un 24enne trovato in possesso di 0,7 grammi di marijuana; a Grumo Appula, invece, i militari della locale Stazione hanno segnalato quale assuntore di stupefacenti un 21enne che aveva con sé due grammi di marijuana.

Nel corso del servizio sono state impiegate 45 pattuglie, 90 militari e complessivamente sono state controllate 343 persone, delle quali 57 sanzionate per l’inosservanza delle attuali norme anti – covid, principalmente assembramenti, mancato uso della mascherina o risultavano fuori dalla propria abitazione o comune in assenza di una delle ipotesi giustificative previste dalla legge.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui