lapugliativaccina.regione.puglia.it

“Bari oggi è diventata un punto di riferimento per le aziende informatiche che ci scelgono per i nuovi insediamenti”. Sono le parole del primo cittadino Antonio Decaro che tramite le sue pagine social spiega che “in pochi mesi abbiamo favorito le nuove aperture di Atos, Lutech, Ntt Data, Deloitte, Pirelli, Lottomatica Digital solutions e Nexi. Aziende che scelgono il nostro territorio anche grazie agli investimenti della Regione Puglia e alla presenza del Distretto produttivo regionale dell’Informatica e di poli formativi di eccellenza come il Politecnico, l’Università e gli Its.

Questo -spiega il sindaco –  è un processo avviato qualche anno fa con Fincons, azienda che oggi impiega oltre 800 dipendenti, a cui ha fatto seguito l’insediamento di EY digital, di Burda Forward e altre, senza dimenticare l’importanza della presenza di grandi aziende native nel territorio, tra le quali Exprivia e Auriga, che occupano da anni centinaia di dipendenti o le tantissime imprese di medie e piccole dimensioni dello stesso settore.

Favorire l’insediamento di queste nuove realtà significa anche permettere l’impiego di tantissimi professionisti che dopo aver studiato nelle nostre scuole non sono più costretti ad emigrare nelle città del nord per trovare lavoro in aziende specializzate dell’ICT che fino a poco tempo fa forse non conoscevano neanche Bari. Stiamo parlando – conclude Decaro- di circa 2000 assunzioni realizzate e una previsione di crescita di 2500 unità nei prossimi tre anni”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui