lapugliativaccina.regione.puglia.it

E’ nata “CineAriaAperta” la prima piattaforma gratuita digitale in Italia di cinema destinata alle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale all’interno degli istituti penitenziari di Puglia.Il progetto è sviluppato dal Nuovo Fantarca e cofinanziato dal Garante Regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà- Puglia.

“L’intento”, chiarisce il Garante, “sarà quello di consentire l’accesso strutturale al bello che c’è “fuori”. Non sarà solo svago, semmai divertimento nel senso vero del suo etimo: diversione dalla realtà del momento ma attraverso la riflessione stimolata anche da chi accompagnerà la visione e la lettura delle opere facilitando il dibattito”.

Le direzioni delle carceri pugliesi che vorranno aderire al progetto, potranno accedere direttamente alla piattaforma www.cineariaAperta.it e proporre la visione dei film all’interno della propria struttura attraverso una password che verrà loro fornita dalla Coop. Soc. La piattaforma, a fruizione totalmente gratuita, presenta venti opere filmiche, di cui dieci lungometraggi e dieci cortometraggi tutti di buona qualità artistica, selezionati fra le produzioni più recenti, in base a criteri tematici, di genere e tecniche espressive. Sono stati scelti film d’avventura, film sui temi classici della commedia sociale, sui diritti delle donne, sul diritto al lavoro e alla sicurezza, sulle migrazioni, sull’accoglienza, l’interculturalità e interreligiosità, sulla cittadinanza attiva, i rapporti famigliari, la legalità e la giustizia, la nonviolenza, i sentimenti e l’innamoramento a qualsiasi età, sul rapporto oppressi-oppressori, sulle libertà e il rispetto verso gli altri e se stessi. Temi trattati con leggerezza ma mai in maniera superficiale e che vengono qui espressi e rappresentati attraverso i linguaggi multimediali della finzione, del documentario e dell’animazione cercando di andare incontro ai gusti e agli interessi di più persone.

Le proiezioni saranno accompagnate da figure di esperti della Coop Soc Il Nuovo Fantarca per approfondire tematiche e aspetti linguistici delle opere, creando momenti di confronto e di formazione sempre utili ad allargare l’orizzonte culturale e a inventare nuovi percorsi direttamente con gli utenti. In questo modo il progetto va incontro ad una fascia pubblico che non ha la possibilità di accedere fisicamente alla sala cinematografica. CineAriAperta in quanto sala cinematografica digitale diventa così una finestra in più sul mondo fuori, allargando visioni, nutrendo idee affermando il diritto di tutti di accedere ad una offerta culturale variegata.

 

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui