BARI – Forza Italia dice “no” alle trivelle. In una conferenza stampa svoltasi oggi nella sede regionale a Bari, il partito di Silvio Berlusconi ha annunciato che “da oggi parte la campagna per evitare che il nostro territorio venga deturpato”. “Vogliamo trivellare Renzi”, dice Paolo Pagliaro, responsabile del dipartimento regionalismo e identità territoriali. “Diciamo no alle trivelle e si al quesito referendario – dice il segretario regionale Luigi Vitali – per mandare finalmente a casa Renzi, per dire no alla politica del suo governo e per dire no al disinteresse di Renzi verso il mezzogiorno. E poi anche per una questione oggettiva: vogliono distruggere il nostro territorio e noi non lo permetteremo”. Da oggi e sino al 16 aprile Forza Italia tornerà nelle piazze per convincere i pugliesi ad andare a votare e mettere un segno sul “si”. Il 10 aprile, una settimana prima del voto, i gazebo di Forza Italia saranno presenti contemporaneamente in tutte le piazze pugliesi. “Ci dobbiamo da fare – prosegue Pagliaro – dobbiamo sollecitare e sensibilizzare i cittadini a recarsi alle urne e votare si. Raggiungere il quorum è il nostro primo obiettivo, visto che dobbiamo confrontarci con un Partito democratico che democratico non lo è. Quale partito democratico indicherebbe ai suoi elettori la strada dell’astensionismo? Anche l’onorevole Francesco Paolo Sisto rimarca lo scontro tra Renzi ed Emiliano: “E’ vergognoso l’atteggiamento oscillante del Pd,  che preferisce una inquietante incertezza. Forza Italia, invece, è schierata a tutela dei territori: attaccare e mettere in pericolo il nostro mare significa attaccare la nostra gente”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here