Kobane Calling – Recensione

1520

Cabtutela.it
acipocket.it

Kobane Calling di Zerocalcare è un’opera d’inchiesta personale, un diario, una serie di ritratti realizzati dal fumettista romano durante due suoi viaggi tra Turchia, Iran, Armenia, Siria e Iraq.

\r\n

Senza alcuna pretesa giornalistica, l’autore riporta le proprie impressioni e la viva voce di chi ha incontrato durante la sua permanenza in Kurdistan, dando sfogo alla propria necessità di risalire alle fonti di uno dei quadri più critici della nostra contemporaneità.

\r\n

Chi e cosa c’è dietro il fenomeno terroristico/mediatico del momento, l’Isis, che ci terrorizza, ci minaccia, che avanza in modo capillare verso Occidente, che ispira stragi e attentati anche nelle nostre capitali? Cosa c’è al di là della nostra Europa, nel vero cuore di questo conflitto? Di che si parla realmente quando si parla di curdi, di Kobane, di Rojava?

\r\n

Saper raccontare questo percorso, innanzitutto personale e poi politico e cronachistico, è frutto della solida capacità narrativa dell’autore: nonostante sia la sua opera più lunga, la lettura scorre abbastanza rapida e avvincente, aiutata anche dalla divisione in paragrafi di poche pagine, fondamentali per orientarsi tra personaggi, situazioni e temi.

\r\n

Le tavole a pagina intera, inoltre, oltre a essere usate per fornire al lettore i concetti base per comprendere il quadro geopolitico in cui l’autore si muove insieme ai suoi compagni, interrompono momentaneamente la lettura, sottolineando i passaggi in cui il racconto deve cedere il passo alla riflessione.

\r\n

Il tono del racconto, per quanto non perda mai di vista la gravità della situazione, riesce a toccare picchi d’ironia sorprendente e agrodolce, segno di un’intelligenza raffinata che è in grado di sdrammatizzare senza offendere e sminuire, ma che aiuta a rendere l’umanità del racconto e a esprimere il proprio punto di vista in maniera completa e onesta.

\r\n

Un’ulteriore nota di merito va alla sapiente gestione dei tempi del racconto: l’utilizzo strategico del flashback ha reso possibile una resa coerente di momenti molto distanti tra loro nella realtà, uniti nella narrazione in maniera fluida e avvincente.

\r\n

Zerocalcare ha realizzato un’opera importante.

\r\n

Così come fu per Art Spiegelman, quando volle raccontare in Maus la Shoah attraverso la testimonianza del padre sopravvissuto alla barbarie nazista, Zerocalcare utilizza la letteratura illustrata per raccontare uno dei grandi drammi di questa nostra umanità, con il merito di aver partecipato in prima persona alla Storia.

\r\n

Con Kobane Calling, Zerocalcare mette a segno un altro colpo, aggiungendo alla già folta schiera di successi un tassello di grande spessore, che conferma la sua capacità di trattare tematiche delicate senza abbandonare l’immaginario da lui creato, animato da nevrosi, trasfigurazioni pop e dalla sua quotidianità, rappresentata dal Mammut di Rebibbia, introdotto ne La Profezia dell’armadillo, prima opera dell’autore.

\r\n

Una lettura consigliata fortemente a tutti che dimostra che il fumetto può essere una valida fonte d’informazione e che non è detto che la valida informazione debba necessariamente giungere attraverso i canali più noti e inflazionati.

\r\n

“Le facce di chi è morto combattendo sul campo quella guerra di cui in occidente parliamo tanto e ci giochiamo le campagne elettorali. Sono le facce curde, arabe, assire, musulmane, cristiane, yezide… Cadute combattendo insieme. L’unico argine all’avanzata dell’Isis che tanto ci terrorizza. Sai quali facce mancano?”

\r\n

[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Kobane Calling\r\nEditore,BAO Publishing\r\nTesti,Zerocalcare\r\nDisegni,Zerocalcare\r\nColori,Alberto Madrigal (copertina)\r\nFormato,19 x 26 cm – C. – 271 pp – b/n\r\nPrezzo,€ 20.00\r\nData di Uscita,12 aprile 2016\r\n[/table]

\r\n

ULTIME RECENSIONI

Elliot: il nuovo supereroe che viene dal web

Torniamo sempre molto volentieri a parlare di Wilder, la piattaforma online dove - settimana dopo settimana - i lettori possono leggere gratuitamente capitoli sempre nuovi di webcomic...

Killer, supereroi e citazioni: il mondo di Stefano Labbia

Un assassino prezzolato, un eroe in grado di far materializzare qualsiasi cosa gli viene in mente. Ecco Kimberly e Kremisi, i due massimi rappresentanti degli...

Torna a Terlizzi il Chiù, Festival di illustrazione e dintorni

Dal 29 luglio al 4 agosto torna il CHIU' - Festival di illustrazione e dintorni al MAT Laboratorio Urbano di Terlizzi, realizzato con le...

Torna a Terlizzi il Chiù: tra gli ospiti, Ratigher e Davide Toffolo

Laboratori, mostre, teatro, concerti e tanti ospiti del mondo del fumetto e dell'illustrazione: torna per il terzo anno consecutivo il Chiù, festival di illustrazione...

“Frantumi” di Masi e Petruccioli: quando il fumetto diventa poesia

Si dice che quello che non ti distrugge ti rende più forte. Ma se ogni perdita ci riduce a pezzi, c'è chi – per...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui