Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Sta per incominciare una nuova stagione per tutti noi, per i calciatori della Bari, per noi tifosi e anche per me che da un anno a questa parte ho iniziato a tenervi compagnia con i “videoselfie”. Ad alcuni piacciono, ad altri no…ma come volgarmente si dice: “Se volevo piacere a tutti, nascevo Nutella”. A pochi giorni dall’inizio di questo campionato voglio fare alcune considerazioni che, come molti avranno notato, sino ad ora non avevo ancora fatto.

\r\n

Iniziamo dalla fine, dal caso Defendi. Come in un albero, a volte per ottenere dei frutti migliori, bisogna potare i rami, a volte questi sono secchi, altre volte invece sono belli, rigogliosi…ma sono sacrifici che vanno fatti. Mai come in questo caso sono pienamente d’accordo con le parole del buon Michele Salomone. Marino Defendi, un capitano biancorosso nel dna, un atleta di quelli che ha messo il 200% ogni volta che scendeva in campo, integrato pienamente nel nostro tessuto sociale, lui proprio lui va via e come lui, tanti altri giocatori a cui, chi più chi meno si era affezionato, hanno lasciato la nostra squadra.\r\nQuesto è un nuovo Bari, il Bari di Sogliano (finalmente un ds vero mi verrebbe da dire), di Stellone (mi piace) ma soprattutto di Giancaspro, uno che è meno “social” di Paparesta, ma è un uomo del fare, concreto e che sa il fatto suo. Sono sicuro che anche lui ci darà belle soddisfazioni (al momento a parte qualche defezione organizzativa non dipesa sicuramente da lui, io suo operato è ineccepibile).

\r\n

Una società non facile da gestire, un treno preso in corsa senza forse preparare i giusti bagagli, e si sa che le cose fatte in fretta non possono essere perfette sin dal primo momento, ma il tempo è galantuomo e paga se si lavora nella giusta direzione. Una sorta di “Last minute” imprenditoriale si potrebbe definire.

\r\n

Le differenze tra la passata dirigenza e l’attuale, che molti di voi già decretano, io non mi sento di tracciarle, è troppo presto…vedremo. Da tifoso io tifo Bari, e per Bari intendo i colori, l’idea, l’orgoglio biancorosso che è radicato in ognuno di noi. Da “videoselfista”…rimango in attesa prima di esprimermi, tutto nella vita ha dei pro e dei contro, ma sono uno che ama pensare positivo e dare fiducia alle persone e la stessa carica che vi ho dato nell’era Paparesta, ve la darò ora che c’è Giancaspro. Ci proverò perlomeno…se ci saranno i presupposti per farlo.

\r\n

I presidenti cambiano, i giocatori pure…I colori no, quelli li abbiamo tatuati nel nostro cuore.\r\nAlcuni di voi molte volte mi hanno chiesto perché faccio questi “videoselfie”? Non sono un giornalista, non mi voglio sostituire a loro, non servirebbe a me e sono sicuro che voi non gradireste. Io nella mia vita faccio il comico (non il buffone) ma il comico, sono un autore, vivo delle mie idee, scrivo testi di satira, che spesso vengono mal digeriti dai protagonisti delle mie righe (ma…#sticazzi mi verrebbe da dire, è il mio mestiere) e il mio intento è quello di tenervi uniti, nel bene e nel male, nella buona e nella cattiva sorte, di farvi divertire pensando.Lo so, ad alcuni di voi questo termine spaventa…”Pensare” ma è quello che avete fatto durante la scorsa stagione, guardando i miei videoselfie e se non ve ne siete accorti, allora vuol dire che ho centrato il mio obiettivo.

\r\n

Chi mi conosce sa come sono, chi per una volta mi ha incontrato e ha chiesto una foto con me (manco fossi uno di quelli “veri”) ha visto la mia disponibilità e la mia schiettezza, e voglio che ognuno di voi sappia, che in quel momento non eravate voi a fare la foto con me, ma io con voi. Sono onorato del vostro affetto, e spero di essere all’altezza, si insomma…di meritarlo anche quest’anno.

\r\n

Durante la passata stagione ho avuto il privilegio di farmi degli amici veri, l’onore di farmi tanti nemici (alcuni che non conosco nemmeno) e la sfortuna di trovare dei falsi amici (ma succede in tutti i campi e non ne farò un dramma). Ma è dei primi che vado fiero e che oggi voglio ringraziare per quanto mi hanno dato dal punto di vista umano. Il web è un tritacarne, la gente ora di offende, domani ti loda, ma questo mestiere lo faccio da undici anni, e le spalle larghe le ho.

\r\n

Da quest’anno i miei video li farò per #Borderline24, il giornale di Bari. Sono onorato che loro abbiano sposato, tra le varie cose, anche questo mio progetto, perché oltre agli onori si faranno carico anche degli oneri che tutto questo comporterà. Penso di avervi già annoiato con le mie parole, voi volete divertirvi ed io sono qui per questo. E allora che inizi questo nuovo campionato, che si accendano le luci e i tifosi inizino a riempire l’astronave (sempre che non cada a pezzi prima) io con tutti i miei colleghi, sono pronto per raccontarvi una nuova storia calcistica, con nuove idee, nuovi personaggi e tanta voglia di divertirmi e festeggiare la massima serie per la nostra squadra insieme a voi.

\r\nUn abbraccio dal vostro Max Boccasile


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui