“Non sono dispiaciuto per il valore dell’oggetto rubato, ma per il gesto. Un gesto da persone meschine contro un’associazione di volontariato”. Rimangono solo parole di amarezza a Donato Castellano, titolare della Scuola cani salvataggio nautico, dopo il furto dell’ombrellone nel lido di Pane e Pomodoro sotto il quale sostavano i bagnini volontari e gli animali dell’associazione durante il servizio in spiaggia.\r\n\r\nL’oggetto, lasciato temporaneamente nel box disabili, è stato trafugato nella notte. Un gesto a cui ormai l’associazione è abituata. ça scorsa estate fu rubata l’attrezzatura utilizzata quotidianamente dai bagnini per salvare vite umane: un paio di pinne, un binocolo professionale e la bandiera rossa con la quale si segnala mare pericoloso o l’assenza del servizio di salvataggio.\r\n\r\nE così a Castellano non rimane che sfogare tutta la sua tristezza in un post su Facebook: “Andremo avanti comunque – si legge – , manca poco alla fine, il nostro servizio termina domenica 11 settembre. Oggi ho una tristezza nel cuore. Noi volontari facciamo tanto per tutte le persone che frequentano la spiaggia, chi ci conosce ci ha sempre apprezzato. Ci troverete sempre pronti al nostro posto, solo con un pizzico di dispiacere nell’animo”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here