Dai sudafricani ai giapponesi. Da oggi la birra Peroni, la birra più amata dai baresi, entra a far parte della holding Asahi Europe, una multinazionale giapponese. Il passaggio era stato annunciato da qualche mese, ma oggi è stata perfezionato e ufficializzato dall’azienda stessa. “Questo passaggio – si legge nel comunicato stampa – segna per la storica azienda birraria italiana un momento importante, non solo a dimostrazione del valore dei suoi marchi, ma anche a testimonianza di nuove prospettive di sviluppo internazionale e di crescita”. Birra Peroni ha chiuso il bilancio al 31 marzo 2016 con 360 milioni di ricavi e un utile di 21,5 milioni. Alle spalle ha ormai 170 anni di storia, nonostante il cambio di proprietà la multinazionale orientale ha assicurato che la produzione continuerà negli stabilimenti di Bari, oltre che di Roma e Padova.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here