Cabtutela.it
acipocket.it

“Risolveremo i problemi all’istituto tecnico ed alberghiero Ettore Majorana”. Dopo tre giorni di mobilitazione da parte degli studenti del Majorana con i ragazzi dell’Unione degli studenti Bari arriva l’interessamento della Città metropolitana sulle difficoltà della struttura. Già in precedenza Borderline 24 – Il giornale di Bari aveva raccontato le problematiche dell’istituto nel quartiere San Paolo, dove studenti ed insegnanti sono costretti a convivere con infiltrazioni su muri e soffitti durante i periodi di pioggia, termosifoni rotti, porte mancanti nelle aule e animali vari – topi e blatte su tutti – che scorrazzano liberi.\r\n\r\n”La situazione nel nostro istituto – ha spiegato Francesco Cantalice, uno degli studenti del Majorana – è inaccettabile. Nei giorni successivi alla pioggia, a causa delle infiltrazioni riscontrate nelle aule, nei corridoi e nei bagni, gran parte della scuola è allagata. Tra termosifoni rotti, estintori non presenti, uscite di sicurezza chiuse da lucchetti e bagni chiusi, la situazione è diventata insostenibile”.\r\n\r\nDalla Città metropolitana è arrivato un interessamento sulla questione. Se però le promesse non dovessero trasformarsi in realtà, l’Unione degli studenti è pronta nuovamente a mobilitarsi, come conferma anche il coordinatore dell’Uds Bari Davide Lavermicocca.\r\n\r\n“Nella città di Bari numerosi istituti si trovano a dover affrontare gli annosi problemi di edilizia scolastica. Istituti fatiscenti, norme di sicurezza non rispettate e scuole allagate sono all’ordine del giorno: il Majorana di Bari è solo uno dei casi collegati a mancati investimenti in edilizia scolastica”, ha concluso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui