Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

A pochi giorni dal maxi sequestro di armi e droga nel quartiere di Japigia, i carabinieri hanno fatto capolino nel quartiere Madonnella. A farne le spese due soggetti, entrambi già noti alle forze dell’ordine. Tutto è accaduto la scorsa sera intorno alle ore 22. Ad attirare l’attenzione dei militari è stato l’atteggiamento guardingo e sospetto del sorvegliato speciale Francesco Rafaschieri Francesco, 35enne e di Saverio Schirone, 51enne, entrambi baresi, e con precedenti di polizia, intenti ad aprire la portiera di una Smart parcheggiata in Via Dieta di Bari. L’autovettura altro non era che un deposito di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente (10 chili di hashish suddiviso in 100 panetti) abilmente occultata nel bagagliaio in un vano appositamente ricavato.\r\n\r\nLe successive perquisizioni domiciliari hanno consentito di rinvenire 220 grammi di hashish, suddiviso in 45 pezzi già confezionati con carta velina, nonché 150 grammi di cocaina purissima confezionata in tre distinti involucri. La droga, che una volta immessa sul mercato dello spaccio al dettaglio avrebbe fruttato un guadagno stimato in non meno di 200mila euro, è stata sequestrata in attesa degli esami qualitativi da parte del Laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale. Rafaschieri e Schirone sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui