Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Dietro ai fornelli si presenteranno in sei, ma solo quattro di loro saranno scelti per cucinare gli alimenti ai piccoli ospiti degli asili comunali. Sarà una selezione “sul campo” quella che sarà ospitata nei prossimi giorni nel nido “Tana del ghiro” a San Pasquale, al termine della quale verranno scelti i futuri cuochi del servizio mensa.\r\n\r\nDove saranno impiegati i nuovi cuochi\r\n\r\nIn seguito allo screening dei curriculum durante l’estate l’amministrazione ha infatti individuato sei profili adeguati, ma per due di loro non ci sarà posto all’interno degli istituti. Dopo la speciale prova di selezione i quattro cuochi selezionati saranno poi divisi tra i nuovi nidi comunali “Montessori” e “Costa” – pronti ad essere inaugurati tra fine novembre e inizio dicembre – e la stessa “Tana del ghiro”, dove andranno ad affiancare o sostituire il personale già in servizio.\r\n\r\nA dare la notizia è l’assessore alle Politiche educative Paola Romano. “Gli asili nido – ha spiegato – non sono solo il luogo in cui ci si prende cura dei più piccoli consentendo alle loro famiglie di conciliare i tempi di vita e di lavoro. Sono anche luoghi di lavoro, e accogliere nuove professionalità è una bella notizia: parliamo di ragazzi giovani, sui trent’anni, con esperienza e competenza comprovate che metteranno al servizio dei nostri bambini”.\r\n\r\nCorsi sull’educazione alimentare e prodotti a km 0\r\n\r\nAllo scopo di fornire una sana alimentazione a coloro che usufruiranno del servizio mensa è stato creato un corso sull’educazione alimentare per tutto il personale impegnato nei nidi comunali, tenuto dalla nutrizionista Delia Belluccia “La salute e il benessere – ha concluso la Romano – dipendono anche dalle buone abitudini alimentari, e iniziare a mangiar sano fin da piccoli, prediligendo prodotti locali, a km 0 o di provenienza certificata, è un ottimo inizio”. Il Comune ha poi individuato per la prima volta con un avviso pubblico i fornitori degli alimenti da utilizzare nelle cucine degli asili nido comunali, così da garantire la qualità delle materie prime e dei prodotti scelti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui