Cabtutela.it
Aproli

La Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola, accusato di truffa con riferimento alla vicenda del servizio di sicurezza privata voluto da Di Paola a spese di Adp.\r\n\r\nStando alle indagini della guardia di finanza, coordinate dal pm della Procura di Bari Antonino Lupo, Di Paola avrebbe indebitamente usufruito dal 2006 al 2013 di sorveglianza notturna sotto casa mettendo le spese, 576mila euro in 8 anni, a carico di Aeroporti di Puglia. L’udienza preliminare per il rinvio a giudizio è cominciata questa mattina. Oltre all’ex amministratore unico, è imputato per concorso nella truffa Patrizio Summa, l’allora direttore amministrativo di Adp che firmò i mandati di pagamento per il servizio di vigilanza.\r\n\r\nAll’udienza ha partecipato lo stesso Di Paola, difeso dall’avvocato Filiberto Palumbo, e ha reso dichiarazioni spontanee. Ha spiegato che “in quel periodo c’era un clima di terrore in aeroporto a causa di diverse minacce ricevute per aver tentato di impedire a piccoli proprietari di costruire intorno allo scalo nell’ottica di un ampliamento delle piste”. A Di Paola sarebbe stata anche indirizzata in quel periodo una busta contenente un proiettile, poi intercettata dalla Polizia Postale. “Mi fu quindi consigliato – ha dichiarato Di Paola – di attivare un servizio di sicurezza notturna per la mia persona e la mia famiglia”. L’udienza preliminare continuerà il prossimo 10 aprile.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui