Cabtutela.it
acipocket.it

\r\n

“Stesse plance, stessi abusivi”: con un richiamo-slogan ad una hit anni sessanta il M5S di Bari ha denunciato affissioni fuori dagli spazi regolari operate dai comitati del Sì nel centro murattiano nell’ambito dell’iniziativa “Abusivo Tour Speciale Referendum 4 Dicembre”.

\r\n

\r\n

Manifesti abusivi

\r\n

“Come ogni consultazione (che sia elettorale o referendaria) non mancano i soliti manifesti abusivi posizionati in modo irregolare o a tappeto – scrivono in una nota i grillini – coprendo gli altri manifesti posizionati invece regolarmente ovvero secondo le regole pattuite con Prefettura, Questura ed il Comune di Bari”.

\r\n

\r\n

Le segnalazioni degli attivisti-cittadini

\r\n

Abusivi“Grazie alla segnalazioni di alcuni attivisti vi mostriamo alcune foto della plancia posizionata su Corso Vittorio Emanuele a dimostrazione dell’ennesimo mancato rispetto delle regole. Ovviamente abbiamo provveduto a segnalare tale anomalia richiedendo la rimozione dei manifesti posti abusivamente”.

\r\n

\r\n

Rispettare le regole

\r\n

“Il rispetto delle regole per noi è una parola d’ordine! Denunceremo tramite foto e video tutte le affissioni abusive e comitati che violano tali regole! NB: Facile notare inoltre come tutti i manifesti siano riferibili a comitati o partiti che spingono il Sì al Referendum.. una casualità o reale timore da parte di queste correnti politiche di una débâcle il 4 dicembre? Noi continuiamo di dire NO a questa riforma.. rispettando le regole!”, concludono i pentastellati.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui