Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Il job center “Porta futuro” di Bari festeggia un anno di attività. I risultati presentati dall’assessore Romano sono però meno rosei di quanto ci si potrebbe aspettare: su 4886 iscritti – 1692 donne e 2794 uomini -, solo in 125 hanno stipulato un contratto. Ovvero all’incirca una persona ogni 40 iscritti.\r\n\r\nL’amministrazione comunale si è comunque impegnata per garantire non solo l’incontro tra i lavoratori e le 252 aziende che hanno mostrato interesse nel progetto. In un anno, come spiegato dall’assessore alle politiche educative Paola Romano, sono stati infatti organizzati 18 recruiting day, 638 incontri di consulenza assistita per la compilazione dei curriculum e oltre 600 ore di colloquio di orientamento individuale.\r\n\r\nNon sono stati solo italiani ad iscriversi al servizio del Comune di Bari per assistere i disoccupati nella ricerca di un nuovo lavoro: su 4886 cittadini che si sono registrati sul portale di Porta Futuro per offrire le proprie competenze alle aziende in cerca di collaboratori, 185 sono immigrati.\r\n\r\n”Ovviamente – ha spiegato l’assessore Paola Romano – siamo consapevoli che si tratta soltanto di un punto di partenza e che Porta Futuro deve diventare maggiormente attrattiva, soprattutto dal punto di vista dell’informazione. Per questo, con il nuovo soggetto gestore del job center, stiamo valutando una nuova campagna di comunicazione su scala metropolitana”.\r\n\r\nI corsi di formazione e i seminari\r\n\r\nOltre ad avvicinare aziende e lavoratori, nel centro sono stati organizzati anche 13 corsi di formazione per ampliare le competenze professionali degli iscritti. “I corsi – spiegano dall’amministrazione – hanno interessato prevalentemente le discipline informatiche e le lingue straniere, coinvolgendo circa 320 cittadini. Per organizzare i programmi i responsabili del centro si sono basati sulle informazioni personali degli utenti registrati al centro, che per il 55 per cento hanno un’età compresa tra i 20 e i 40 anni.\r\n\r\nGli iscritti hanno anche partecipato ad oltre 90 seminari informativi. Tra gli argomenti trattati c’era il Jobs act, il programma contro la disoccupazione giovanile Garanzia giovani e le modalità più efficaci di ricerca di un lavoro.\r\n\r\nL’assessore Romano: “Qui abbiamo avviato anche i percorsi di alternanza scuola – lavoro”\r\n\r\n”Siamo molto soddisfatti del primo anno di attività di Porta Futuro – spiega l’assessore Romano -, un servizio innovativo che in pochi mesi è diventato un punto di riferimento non solo per i cittadini in cerca di lavoro ma anche per le imprese del territorio, per le associazioni di categoria e soprattutto per le scuole, che hanno trovato qui la possibilità di avviare alcuni percorsi di consulenza per giovanissime start up. Proprio con le scuole abbiamo scelto di avviare in questo centro i primi incontri per la definizione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, che possono essere uno strumento importante per mettere in contatto i giovanissimi con le aziende del territorio”.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui