Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Il Natale a Bari si apre con l’arte di strada. Arriva la prima edizione del B.Art.S, due giorni di teatro, musica e performance nelle strade di Bari Vecchia. Il 9 e il 10 dicembre dalle 17.30 alle 22, saranno allestite undici postazioni tra largo Urbano II – a fianco della Basilica di San Nicola – e la Cattedrale. Oltre alle due piazze, via del Carmine sarà animata da spettacoli “da passeggio”, mentre strada Palazzo di Città ospiterà la sezione off del festival.

\r\n

Un festival all’insegna del mare

\r\n

La rasc, ‘l salipc, ‘l cozz… sono solo alcuni degli undici abitanti del mare che daranno il nome alle postazioni in cui le tredici compagnie – undici fisse più due itineranti – metteranno in scena i propri spettacoli. Nelle aree così distinte, il pubblico potrà assistere a performance aeree, esibizioni di acrobati e mimi oltre che a spettacoli di teatro popolare, giocoleria e musica. L’evento – interamente gratuito – è rivolto a tutti i cittadini e ai turisti, senza distinzione di età. “Ci è sembrato opportuno coinvolgere le realtà strettamente locali – spiegano Loredana Grandolfo e Stefano Bitetti dell’associazione Trik&Ballak, che ha organizzato l’evento – per questo abbiamo chiamato compagnie da tutte le province pugliesi. La compagnia che viene da più lontano arriverà da Udine, ma sono di Bari: torneranno a casa per il festival”. “Ci saranno anche due performance create ad hoc per il festival – concludono – che avranno come tema il mare: una performance aerea con una sirena e una danza su trampoli”.

\r\n

“Mi sono sempre chiesto – commenta Silvio Maselli – come mai a Bari, nonostante ci sia una nutrita rete di operatori e di artisti di strada, non sia mai stato organizzato un festival: sono felice di poterlo favorire in qualità di assessore e di dare a Bari un respiro sempre più europeo. Le famiglie e i bambini potranno scoprire percorsi inediti della città vecchia, che custodisce tesori nascosti”.

\r\n

Bari, città delle arti di strada

\r\n

La disciplina in vigore a Bari dal 2014 – applicazione della legge regionale del 2003 – in materia di arti di strada si distingue per essere particolarmente libertaria. Qualunque artista, infatti, può esibirsi sul suolo pubblico senza dover pagare alcuna tassa o darne comunicazione agli uffici del Comune: l’unico limite è quello dei decibel e del rispetto della quiete pubblica. Nonostante queste agevolazioni, negli ultimi due anni non è aumentato in maniera consistente il numero degli artisti di strada a Bari. “Probabilmente la notizia non è circolata a sufficienza – spiegano gli organizzatori del festival – il B.Art.S servirà anche a questo, a richiamare a Bari tutti gli artisti pugliesi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui