Cabtutela.it

Stop ai botti di fine d’anno. Da oggi e fino a Capodanno il sindaco Antonio Decaro con un’ordinanza ha disposto il divieto di vendita, in forma ambulante e non, di fuochi d’artificio e dei botti, dai petardi ai razzi.  Divieto non solo di vendita ma anche di utilizzo sia in luoghi pubblici che privati (anche dai balconi o dalle terrazze) a partire dalle 20 del 31 dicembre e fino alle  7 del giorno successivo. Nel provveimento viene sancito inoltre il divieto di cedere o fare utilizzare botti e fuochi a minori di 14 anni.\r\n\r\nChi non rispetterà l’ordinanza rischia una denuncia penale e multe fino a 500 euro.\r\n\r\nIl divieto non rispettato in passato\r\n\r\nNegli ultimi anni di stop ai botti l’ordinanza non è stata quasi mai rispettata. Non sono mancate le multe, ma nella maggior parte dei casi è risultato difficile alla polizia municipale rislaire ai trasgressori. Dall’ex sindaco Michele Emiliano all’attuale primo cittadino Antonio Decaro diversi erano stati gli appelli ai baresi a denunciare anche tramite riprese video i trasgressori, ma senza grossi successi. E i botti illegali hanno deturpato le strade di tutti i quartieri, dal Libertà al San Paolo.\r\n\r\nI primi banchetti\r\n\r\nIntanto in queste ore sono comparsi i primi banchetti di fortuna con botti in vendita di tutti i tipi: da via Principe Amedeo in centro al Libertà, dal San Paolo a Carbonara, il commercio illegale è già cominciato.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui