Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Dopo che l’ordinanza anti botti firmata dal sindaco di Bari Antonio Decaro è stata ignorata dai baresi, continuano serrati i controlli della polizia municipale per combattere il fenomeno. Dalla mattina del 24 dicembre i vigili hanno effettuato 9 diversi sequestri, mettendo le mani su 400 articoli pirotecnici privi delle necessarie autorizzazioni.\r\n\r\nL’attività di controllo, come spiega il comandante della polizia municipale Nicola Marzulli, è stata particolarmente intensa in alcuni quartieri dove il fenomeno è più esteso – principalmente Libertà, San Girolamo e San Paolo – e ha visto protagonisti anche i mercati rionali. “Abbiamo effettuato diversi sequestri – ha commentato Marzulli – nel mercato di Santa Scolastica e di quello in via Pitagora nel quartiere Japigia”.\r\n\r\nL’attività della polizia municipale proseguirà fino al 31 dicembre, nel tentativo di non ripetere quanto già si è visto la notte della Vigilia. Nonostante fosse scattata dal 23 dicembre un’ordinanza per vietare la vendita e l’utilizzo di fuochi d’artificio, comunque i cieli della città sono stati illuminati da ogni tipo di spettacolo pirotecnico, mentre diversi tipi di petardi sono sono stati fatti esplodere sulle strade. Senza contare poi i fenomeni di vandalismo, che hanno coinvolto anche le auto parcheggiate. Per evitare una nuova ondata di botti illegali per Capodanno, la polizia conta anche sull’aiuto dei cittadini. “Speriamo di ricevere segnalazioni dai baresi – conclude Marzulli -, che naturalmente rimarranno anonime. Il loro aiuto è fondamentale per bloccare il fenomeno”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui