Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

In meno di una settimana si è passati da 11mila a 22mila pugliesi alle prese con l’influenza. Negli ultimi giorni è raddoppiato il numero di persone che si sono ammalate e adesso i medici di famiglia lanciano l’allarme: “L’andamento della sembra essere ancora in netta ascesa facendo registrare un’aggressività della malattia inaspettata”, commenta Filippo Anelli, segretario regionale della Fimmg.\r\n\r\nI dati ufficiali\r\n\r\nI dati pubblicati da Cirinet, l’istituto che attesta il numero di casi, attestano che l’influenza ha raggiunto in Puglia il valore del 5,3 per mille di malati affetti da influenza nella settimana appena trascorsa, raddoppiando il dato registrato nella settimana precedente quando l’influenza si era attestata a 2,63 per mille. In soldoni, si è passati da 11 a 22mila ammalati. “Il livello di allerta dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta – spiega Anelli – resta molto alto in quanto in poche settimane l’influenza in Puglia ha superato di gran lunga il picco massimo raggiunto lo scorso anno e l’epidemia si è diffusa nella nostra regione in anticipo rispetto a quanto avveniva negli anni passati”.\r\n\r\nI consigli dei medici\r\n\r\n”È ancora consigliabile – prosegue Anelli – eseguire il vaccino per tutti i cittadini compresi nelle fasce di rischio definite dal ministero della Salute. Poiché la diffusione del virus avviene attraverso il contatto interumano, è consigliato evitare luoghi particolarmente affollati e lo scrupoloso rispetto delle norme igieniche come il lavarsi le mani frequentemente usando saponi o detergenti. L’uso della mascherina, soprattutto nei soggetti non vaccinati che presentano i sintomi di una malattia da raffreddamento, è consigliata”. L’influenza si manifesta con febbre elevata, dolori muscolari e articolari diffusi, rinorrea e tosse. “L’utilizzo degli antibiotici – dice ancora Anelli – è sconsigliato tranne nei casi in cui il medico ne valuti la necessità. La malattia dura dai tre ai sette giorni risolvendosi, in genere, senza gravi complicanze. Invito tutti i colleghi ad una particolare attenzione in questo momento in cui l’epidemia influenzale sta raggiungendo livelli statisticamente e numericamente significativi, rafforzando la collaborazione fra tutti i servizi di assistenza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui