I saldi invernali a Bari? Non avranno ricadute troppo positive per il commercio, almeno a giudicare dalle opinioni dei commercianti delle principali strade dello shopping murattiano, ovvero via Sparano e via Argiro. Oltre alle vendite in continuo calo, quello che preoccupa gli esercenti è anche l’avvio dei lavori per il restyling di via Sparano previsto per domani.

\r\nL’opinione dei commercianti di via Sparano \r\n\r\n”Il periodo dei saldi è positivo – spiega Marta Colella del negozio “Sparano venticinque” -, perché diamo al cliente la possibilità di comprare quello che non ha potuto acquistare prima. Negli anni le vendite sono diminuite, rimaniamo però ottimisti per quest’anno”. Non è invece altrettanto ottimista sull’avvio del cantiere in via Sparano in concomitanza con il periodo dei saldi: “Quello sarà un grande problema – conclude -, anche perché sicuramente il commercio si bloccherà. Speriamo che il cantiere evento promesso da Decaro sia un incentivo per non far scappare la clientela.”\r\n\r\nDella stessa opinione anche i commessi di “Camicissima”, che offrirà offerte personalizzate ai clienti con l’avanzare del periodo dei saldi. “Temiamo – commenta uno di loro – che l’arrivo del cantiere possa bloccare le vendite”. Timori condivisi anche da Mariella Pallante, che gestisce un negozio di tessuti nella strada pedonale: “Noi non facciamo veri saldi – spiega -, ma metteremo in vetrina le rimanenze, magari con offerte personalizzate. Quel che è certo, però, è che non è stata una buona idea far partire un cantiere in un periodo dove le persone solitamente affollano le vie del centro”.\r\n\r\nI commercianti di via Argiro: “Con i saldi non si guadagna più come un tempo” \r\n\r\nVige pessimismo anche tra i commercianti di via Argiro ora che sono passati pochi giorni dall’avvio del periodo invernale di sconti. “Le persone – dichiara il gestore del negozio di abbigliamento “Santamaria” – non comprano più vestiti. Preferiscono spendere i soldi per ristoranti e viaggi. Già i saldi servono a poco, ora ci si mette anche questo cantiere in via Sparano, che ridurrà ancora di più la clientela”.\r\n\r\nLe vendite in calo nel periodo dei saldi, per uno dei collaboratori del negozio “Argiro tre”, sono dovute all’eccessiva concorrenza. “Le grandi catene – commenta – possono fare offerte quando vogliono. Noi dobbiamo scontare la merce in un periodo prefissato e ci troviamo a doverci confrontare con decine di altri piccoli negozi che fanno lo stesso. È chiaro che poi le vendite ne risentono: ecco perché con i saldi non si vende più come anni fa”. Del cantiere invece non ha particolari timori, se non per la tempistica di completamento dei lavori: “Speriamo non ritardino come al solito”, conclude. A breve anche via Argiro sarà però interessata da lavori per il rifacimento dei marciapiedi.\r\n\r\nLa soluzione per la crisi delle vendite? Per Antonio De Filippis, che gestisce il negozio di abbigliamento “Avirex” in via Argiro, è ritardare il periodo dei saldi. “Dovrebbero spostare – dichiara – l’avvio degli sconti almeno di un mese, così da poter vendere a prezzo normale almeno fino a fine gennaio. Il periodo invernale è quello clou per i negozianti e a Bari il freddo arriva tardi”. Poi rammenta il volume di vendite nelle scorse settimane, tutt’altro che positivo. “Fare i saldi in maniera così anticipata -conclude – di certo non ci aiuta, ma proveremo a risollevarci, dopo il calo del 20 per cento nel periodo natalizio”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here