Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Con l’arrivo del maltempo e del freddo in città si è attivata la macchina della solidarietà gestita dalle associazioni a Bari. In prima linea il Pronto intervento sociale, che ha monitorato dallo scorso 2 gennaio quali soggetti fossero più a rischio – famiglie, anziani senzatetto in primis – e ha permesso loro di essere accolti in una delle strutture messe a disposizione per l’occasione 24 ore su 24: il centro comunale Andromeda, la struttura Cri di viale di Maratona e il centro Caritas Don Vito Diana. In totale il Pis è intervenuto in 130 casi e sono state segnalate 175 persone in difficoltà.\r\n\r\nIl centro di accoglienza in Fiera\r\n\r\nI posti a disposizione nelle strutture erano 340 – il doppio rispetto allo scorso anno -, che sono stati riempiti grazie al lavoro dell’associazione In.Con.Tra. I volontari, insieme agli operatori del Pis, hanno distribuito coperte, effettuato rifornimento legna per i campi rom cittadini e collaborato all’allestimento del padiglione del Comune nella Fiera del Levante nel quale possono essere accolte altre 38 persone. Nelle strutture sono stati distribuiti anche 400 pasti, oltre a beni di prima necessità, grazie all’aiuto dell’impresa Ladisa.\r\n\r\nIl lavoro di cittadini e associazioni\r\n\r\nTra le associazioni che hanno collaborato nel supportare le persone in difficoltà durante l’emergenza freddo c’è la Croce rossa, che ha presidiato la stazione con una ventina di volontari, distribuendo circa otto quintali di coperte e indumenti vari, 200 litri di latte caldo, 100 panettoni e diversi chili di dolciumi. Al lavoro dei volontari si è aggiunto quello dei cittadini: una cinquantina di persone ha supportato le operazioni, così da rendere più veloce la raccolta e la distribuzione di beni. Le operazioni hanno interessato anche i campi Rom, dove sono state distribuite 200 coperte e circa 3 quintali di legna con l’aiuto degli operatori del PIS e con un mezzo dell’Amtab su cui erano state montate le catene per raggiungere le zone ghiacchiate. A collaborare nella raccolta porta a porta di indumenti e coperte per i senza tetto anche il consigliere comunale Fabio Romito.\r\n\r\nNegli ultimi tre giorni – 6, 7 e 8 gennaio – alla schiera di volontari si è aggiunta anche una 30ina di persone appartenenti alla Caritas. Attraverso il circuito delle parrocchie sono state così distribuite 70 coperte, 40 cappelli, 50 sciarpe, 70 giacconi, 100 maglioni e 36 litri di latte al cioccolato, 10 litri di latte bianco, 18 chili di biscotti, 15 chili di panettoni e 10 chili di caramelle e cioccolato. Inoltre sono stati effettuati gratuitamente 17 tagli di capelli e offerti altri 240 pasti.\r\n\r\nI migranti aiutano la Protezione civile a Gravina\r\n\r\nIn alcuni casi ai volontari si sono aggiunti anche i migranti: succede a Gravina, dove alcuni stranieri proveniente da Senegal e Gambia hanno aiutato la Protezione civile a liberare la città dal ghiaccio e a fornire i soccorsi ai cittadini.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui