Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

L’introduzione delle strisce blu in buona parte delle strade del quartiere Libertà sembra aver solo peggiorato il problema della sosta selvaggia in zona. Basta farsi un giro nel quadrilatero tra via Crispi e corso Italia per accorgersene: le auto vengono lasciate in doppia fila – spesso senza neanche le frecce d’emergenza – sia agli incroci che sul bordo strada. In alcune strade molto trafficate, come via Principe Amedeo o via Dante, capita addirittura di trovarne anche tre in fila e su entrambi i lati della carreggiata, con conseguenti disagi per chi circola, visto che lo spazio a disposizione è molto ristretto.\r\n\r\n

\r\n\r\nIn un’ora ne abbiamo contate più di dieci e nessuna era stata multata. Eppure le contravvenzioni sarebbero le più disparate. Non mancano infatti vetture lasciate davanti alle discese per le carrozzine dei disabili, sugli stalli riservati a bici e motociclette e addirittura sul marciapiede. Se ci spostiamo nella trafficata via Napoli, la doppia fila segue una regola precisa: le auto sostano in divieto solo nella zona delle strisce bianche. Con la conseguenza che le aree con parcheggi a pagamento sono totalmente libere: peccato che nessuno ne usufruisca e preferisca invece lasciare la vettura in doppia fila.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui