Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Megaupload.com, uno dei siti di file sharing più grandi e famosi del mondo, nel gennaio 2012 viene definitivamente chiuso. L’FBI arresta il fondatore, Kim Dotcom, nome alla nascita Kim Schmitz, e altri 7 del suo staff per violazione delle leggi sul copyright, delle leggi antipirateria che avrebbero causato la perdita di circa 500 milioni di dollari.

A seguito della chiusura di Megaupload, Anonymous attacca i Server della Universal Music, e quelli del Dipartimenti di Giustizia americano. L’operazione, che porta il nome di #OpMegaupload, ma che oramai è conosciuta come “World Wide Web War”, viene considerato uno degli attacchi più grandi che siano stati mai realizzati e non soltanto per la lunga lista dei siti sotto attacco. Tra quelli colpiti ricordiamo:

  • Dipartimento di Giustizia (Justice.gov)
  • Motion Picture Association of America (MPAA.org)
  • Universal Music Group (UniversalMusic.com)
  • Belgian Anti-Piracy Federation (Anti-piracy.be/nl/)
  • Recording Industry Association of America (RIAA.org)
  • Federal Bureau of Investigation (FBI.gov)
  • HADOPI law site (HADOPI.fr)
  • U.S. Copyright Office (Copyright.gov)
  • Universal Music Group France (UniversalMusic.fr)
  • Senatore Chris Dodd (ChrisDodd.com)
  • Vivendi France (Vivendi.fr)
  • Casa Bianca (Whitehouse.gov)
  • BMI (BMI.com)
  • Warner Music Group (WMG.com)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui