Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

Agevolazioni per aiutare i negozianti della città (sono state individuate delle zone all’interno di ciascun quartiere) a ristrutturare le loro attività o ad aprirne di nuove. Il Comune ha pubblicato il bando Map, mettendo a disposizione un milione e 151mila euro.

Il bando: le condizioni

Il bando prevede la concessione di agevolazioni a fronte di investimenti in opere murarie, macchinari, impianti, attrezzature, ampliamenti produttivi, riconversioni e ristrutturazioni produttive con l’obiettivo di sviluppare iniziative economiche e imprenditoriali.

Potranno essere ammesse a finanziamento le seguenti attività economiche e produttive: commercio al dettaglio di vicinato, artigianato, somministrazione di alimenti e bevande, strutture turistico-ricettive e servizi al cittadino e alle imprese in genere e attività di agenzia di affari.

Sono, invece, escluse le attività esercitate su area pubblica o all’interno di centri commerciali, quelle che si occupano di compravendita di oro, argento e altri metalli e oggetti preziosi usati, commercio di armi, munizioni e articoli militari, centri scommesse e sale giochi, bed&breakfast e affittacamere, studi professionali, associati e non, attività esclusivamente on-line e non aventi sede in un locale fisso, pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande all’interno dell’area “San Nicola” (Borgo antico) ed esercizi e attività aventi carattere temporaneo o stagionale.

I contributi pubblici potranno coprire sino al 50 per cento delle spese ammissibili, con un importo massimo concedibile di 80.000 euro: il 50 per cento dell’intera agevolazione sarà a fondo perduto, mentre il restante 50 per cento potrà essere restituito in cinque anni con rate semestrali, a un tasso di interesse fisso dello 0,5 per cento annuo.

Via Manzoni

L’amministrazione comunale ha riconosciuto tra le aree commerciali di degrado anche via Manzoni: pertanto, saranno ammessi a finanziamento anche opere di ristrutturazione o interventi per nuove aperture relative alla storica strada commerciale del quartiere Libertà.

Le aree a rischio

Potranno presentare domanda i commercianti che vogliono aprire nuovi negozi o ristrutturare nelle seguenti aree:

Area S. Nicola delimitata:

– a nord corso Vittorio Veneto, corso De Tullio;

– ad est lungomare Imperatore Augusto;

– a sud corso Vittorio Emanuele;

– a ovest piazza Massari e piazza Federico II di Svevia.

 

Area S. Paolo, comprendente l’intera zona residenziale del S. Paolo.

Area Stanic

Oltre al nucleo residenziale dello I.A.C.P. prospettante la via Bruno Buozzi in corrispondenza di via Cassala, l’area delimitata:

– a nord da via Bruno Buozzi e via Glomerelli – tratto S. Giorgio Martire;

– ad est tratto viale Giuseppe Tatarella;

– a sud dalla linea della Ferrovia Calabro-Lucana;

– ad ovest dalla Circonvallazione.

 

Area S. Girolamo delimitata:

– a nord dal mare;

– ad est dal canale Lamasinata;

– a sud da via Napoli;

– ad ovest dalla Lama Balice.

Area Marconi delimitata dal Lungomare Starita e dalla via Adriatico.

Area Mungivacca, delimitata:

– a ovest dalla via Fanelli e dal prolungamento di via Bissolati;

– a nord da un tratto della cosiddetta Terza mediana bis, dall’area dell’Ospedale pediatrico Giovanni XXIII (che vi rimane comunque esclusa) e da una presenza di terziario direzionale;

– a est dal limite orientale dell’area destinata ad attrezzature universitarie e dalla Strada Statale 100;

– a sud dalla Circonvallazione, dalla strada Scanzano e da un tratto dell’asse stradale est-ovest previsto dal P.R.G..

Area Japigia delimitata:

area racchiusa tra la ferrovia sud-est, la Circonvallazione, la linea ferroviaria dello Stato e la linea che congiunge lo svincolo di Japigia della Circonvallazione alle linee FF.SS..

 Area Madonnella delimitata:

– a nord da via Imbriani-piazza Diaz e da via Dalmazia;

– ad est da via F.lli Rosselli;

– a sud dalla linea delle F.F.S.S.;

– ad ovest dalla via De Giosa e da piazza Luigi di Savoia.

 

Area Libertà delimitata:

– a nord dal lungomare Vittorio Veneto e da via P. Oreste;

– ad est da via Quintino Sella e via Carducci;

– a sud dalla linea ferroviaria;

– ad ovest da via Tommaso Fiore.

 

Area Picone-Carrassi-S.Pasquale delimitata:

– a nord dalla linea ferroviaria dello Stato;

– ad est dalla linea ferroviaria sud-est;

– a sud da via Papa Giovanni XXIII, viale G. Di Vittorio, via Orabona e via Cotugno

– ad ovest dalle linee ferroviarie calabro-lucane.

 Area Catino-S.Spirito

oltre al nucleo di Catino, la zona delimitata:

– a nord dal mare;

– ad ovest da via S. Marco, via Padova, via Savona, via Napoli, via Palermo, via Lucca, via C. Massa;

– a sud dalla linea ferroviaria Bologna-Lecce, corso Umberto I;

– ad est dal limite della zona di interesse ambientale A2 e dalla via F.lli Mandarino, via Speranza, vico III Umberto I.

Area Enziteto-Palese Macchie

oltre all’area di Enziteto, la zona delimitata:

– a nord dalla via Ranieri, via Diaz, via Nisio;

– a sud, ad est e ad ovest, dal limite della zonizzazione di rinnovamento urbano B7 di Piano Regolatore;

Area Carbonara-Ceglie, comprendente le due zone di “167” di Carbonara (S. Rita di espansione C2 e l’espansione C1), la “167” di Ceglie e l’area delimitata:

– a nord da via Ponte, via Roppo, via Ospedale Di Venere;

– ad est dalla Ferrovia Sud-Est;

– a sud da strada La Lamia, via Corticelli;

– ad ovest da via Vaccarella e Torre d’Amore.

 

Area Loseto

oltre alla zona di “167”, l’area comprendente l’intero nucleo residenziale tipizzato dal P.R.G. ad interesse ambientale A2.

 

Area Torre a Mare

oltre alla zona di “167”, l’area delimitata:

– a nord dal mare;

– ad ovest dal limite delle zonizzazioni di Piano regolatore a completamento B4 ed interesse ambientale A2;

– a sud da via Morelli e Silvati;

– ad ovest dalla Lama Giotta.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui