Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Il Palio del Viccio 2017 si arricchisce con un cartellone di attività e spettacoli che abbraccia 3 giorni: 26 -27 28 Febbraio 2017 per un crescendo di emozioni che raggiungerà il suo climax nel giorno del Palio.

L’amministrazione guidata dal sindaco Anna Zaccheo coniuga tradizione con l’innovazione al fine di raggiungere due obiettivi: fare Comunità e creare Marketing Territoriale per Palo del Colle.

Per questo l’evento 2017 è un coinvolgimento di scuole, associazioni, artisti locali, con la presenza di ospiti di carattere nazionale, per attrarre turisti e cittadini di paesi limitrofi.

Novità targata 2017: stretti rapporti di amicizia con il Carnevale di Putignano. Una delegazione palese di cavalieri e dame, guidata dal Sindaco Zaccheo ed assessore alla Cultura Bottalico, sarà ospite domenica 19 febbraio 2017 alla sfilata del Carnevale a Putignano, presentando a tutti il Palio del Viccio. Primi approcci per un possibile gemellaggio con lo storico carnevale più lungo d’Europa.

Piccoli passi per consolidare l’evento come una tappa importante nel cartellone pugliese sul turismo destagionalizzato e incipit culturale di un territorio che contiene storia.

Il Palio del Viccio è un rito-spettacolo della cultura ancestrale pugliese connesso al ciclo agrario. E’ una giostra medievale in cui i cavalieri, rappresentanti dei quartieri cittadini, di corsa sui propri cavalli, devono bucare con un’asta acuminata, una vescica piena d’acqua posizionata in alto, sospesa fra due balconi della strada principale della città, corso Garibaldi. Sulla corda tesa, accanto alla vescica, è appeso un tacchino in gabbia (u viccie in dialetto). L’abilità e la destrezza del cavaliere consiste nell’equilibrare e coordinare la velocità del cavallo (in netta difficoltà per la conformazione della strada in evidente salita) con la tensione e la postura del proprio corpo: ciò lo porta ad esibirsi in una serie di gesti spettacolari e cavalcate emozionanti. Come in ogni palio che si rispetti la tensione emotiva è legata al tempo: in un crescendo di emozioni gli spettatori si immergono in una “storia”, anzi nella storia, calandosi in un universo di significati che raggiungono il “climax narrativo” nella vittoria del cavaliere di turno, osannato dalla folla nel tripudio generale. All’attesa, al lento fluire del tempo, si accompagna l’esplosione di gioia della massa concentrata nelle vie e nei budelli del centro. L’Evento ha origini antichissime, tanto da essere ancora sconosciute. Alcune fonti, in particolare il Naturalis Historia ne vorrebbero datato l’inizio tra il 23- 79 d.C., durante la vita di Plinio il Vecchio. Da sempre, il Palio del Viccio rappresenta una interessante manifestazione folcloristica connessa alla ritualità carnevalesca, in quanto si svolge a Febbraio durante l’ultimo giorno di Carnevale, il martedì che precede le Ceneri. La corsa dei cavalieri è sicuro indizio della presenza di molti cavalli “ in loco “e collega l’istituzione del palio con la tenuta di allevamento di cavalli nella difesa di Auricarro al tempo degli Sforza nel 1477 che avevano una grande passione per i cavalli, l’allevamento fu largamente sviluppato da Ludovico il Moro, che pur possedendo altre “difese” in diverse città pugliesi e calabresi, aveva in quella di Palo la “difesa” più preziosa e rinomata per le razze pregiate dei cavalli in tale allevamento la corsa del “Viccio” affonda sicuramente le sue radici. Può essere avvenuto che, quando nel 1477 il duca Sforza Maria venne a Bari volle fare una visita a Palo, gli addetti alla “difesa” vollero dimostrare la bontà e il grado di addestramento dei cavalli, oltre alla perizia di chi li montava, con la esibizione di una corsa in salita, lungo il pendio della collina che portava alla porta del Castello attualmente Corso Garibaldi .

L’evento targato 2017 inizia il 26 febbraio 2017 con la sfilata di carnevale e la Festa Medievale – sorteggio dei cavalieri e grande festa con RENATO CIARDO. Il 27 febbraio verranno accolti i delegati della “Rete dei Comuni del Palio” e si terrà una tavola rotonda ( ore 19.30) nella Sala Consiliare: “Quale marketing territoriale per i comuni della rete del Palio”.

Il 28 febbraio – ore 15.00 – cerimonia di apertura del Palio in Corso Garibaldi con la presenza di DARIO BALLANTINI.  A seguire ( ore 16.00) il Palio con la gara cavalleresca. Ore 19.00 cerimonia di premiazione del Cavaliere vincitore 2017 ( piazza Santa Croce) e spettacolo musicale di Dario Ballantini.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui