Ciccio e Tore, due fratellini di Gravina in Puglia di soli 13 e 11 anni che nel giugno del 2006 scomparvero. I sospetti ricaddero fin da subito sul padre, Filippo Pappalardi, che fu arrestato con l’accusa di averli uccisi e di averne occultato i corpi. Due anni dopo, nel 2008, il caso volle che un bambino cadde in un conosciuto pozzo della zona, quello della “casa delle cento stanze”. I vigili del fuoco che scesero per salvare il bambino si accorsero tuttavia della presenza di ossa che, a seguito di accertamenti, risultarono essere quelle di Francesco e Salvatore Pappalardi. Qualche mese dopo il ritrovamento, a seguito dell’autopsia sui due resti, caddero tutte le accuse mosse al padre stabilendo una caduta accidentale.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here