Le saracinesche abbassate sono tante, quasi la maggioranza. I pochi passanti accellerano il passo per arrivare presto a meta. La strada – che dalla stazione accompagna su corso Vittorio Emanuele – è stretta. Ogni dieci minuti (e anche meno), un autobus sfreccia ad alta velocità, solleva il vento e costringe chi sta camminando sul marciapiede a proteggersi. L’impressione è che in qualche modo ti sfiorerà, se ti andrà bene.

Di quella che un tempo era la strada delle boutique di alta moda gestite da commercianti baresi, è rimasto ben poco. Lo storico negozio di Cecilia De Fano, è stato l’ultimo in ordine di tempo ad abbassare la saracinesca e a rassegnarsi alla crisi devastante. E a ogni negozio che chiude, si aggiungono altri locali vuoti, sfitti ormai da mesi. Un’altra sconfitta – quella di via Andrea Da Bari – un altra strada travolta dalla moria della crisi e… dall’incuria generale.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here