Le orecchiette della signora Nunzia di Bari Vecchia diventano virali. Grazie alla condivisione di un video che ne documenta la fabbricazione, la signora della pasta fresca ha raggiunto ben due milioni di visualizzazioni, circa 8mila e 400 like su Facebook e ben 43.276 condivisioni. Tutto questo grazie alla mediazione degli Igers Bari che hanno pubblicato il video sabato scorso. Gli “Igers” (abbreviazione di “Instagramers”) sono i membri di un’associazione internazionale che riunisce tutti i fotografi amatoriali e professionisti, interpreti della rivoluzione comunicativa e visiva nata col famoso social network visuale “Instagram”. In Italia sono presenti cento gruppi locali di “Igers”, tra cui quello barese, seguito da circa 12mila persone.

Il video

La signora ha cura, nei 12 minuti di ripresa, di spiegare dettagli e segreti della preparazione della famosa pasta fresca: dall’acqua che dev’essere “scaldata sul gas e non dallo scaldabagno”, alla massa che va prima “trombata” e poi “graminata”, ogni secondo è una lezione dello spirito della Bari di un tempo, che persiste sotto gli archi della città vecchia.

Tra i due milioni di spettatori, anche l’assessore alle Culture Silvio Maselli che commenta: “Lei è Nunzia, mito vivente che parla italiano e barivecchiano, la lingua gutturale e verace di Bari Vecchia. Di mestiere, oltre a crescere i figli e gestire la famiglia, fa le famose orecchiette artigianali. La pasta più famosa di Puglia. Questo video ha raggiunto oltre 2 milioni di visualizzazioni e 43mila condivisioni. Ma sfido chiunque a saper rifare le orecchiette come Nunzia. Perché Nunzia ce l’abbiamo solo noi a Bari. E tutti qua dovete venire!”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here