Bari, sanità in crisi tra pochi medici e meno soldi: se ne discute oggi al Congresso Cisl

    Il futuro della sanità, cosa ne pensano i medici, quali sono le loro prospettive sulla professione e per la salute dei cittadini saranno al centro della due giorni del prossimo Congresso regionale Cisl Medici che si terrà oggi e sabato 22 aprile all’hotel Palace di Bari

    1016
    Medici

    Nel quinquennio dal 2010 al 2015 il settore sanità ha subito un taglio sulla spesa pubblica pari a 31 miliardi di euro. Circa 7mila medici e dirigenti sanitari sono andati in pensione senza essere sostituiti. Il documento di Economia e finanza approvato dal Governo (Def), indica che nei prossimi tre anni la spesa sanitaria crescerà meno del Pil: 1,3 per cento contro il 2,9 per cento.

    Il futuro della sanità, cosa ne pensano i medici, quali sono le loro prospettive sulla professione e per la salute dei cittadini saranno al centro della due giorni del prossimo Congresso regionale Cisl Medici che si terrà oggi e sabato 22 aprile all’hotel Palace di Bari.

    Dopo la relazione di Domenico Martino, segretario generale Cisl Medici Puglia, Maurizio Zampetti, segretario nazionale Cisl Medici e Daniela Fumarola, segretario generale Cisl Puglia presenteranno una fotografia nazionale e regionale dello stato della sanità.

    Nel pomeriggio di oggi ci sar√† invece il convegno dal titolo ‚ÄúLa salute dei medici: il futuro della Sanit√† in Italia tra autotutela ed alleanze con il paziente‚ÄĚ tenuto da Giovanni Nolfe, responsabile Centro riferimento psicopatologia da mobbing e disadattamento lavorativo – Regione Campania e da Roberto D‚ÄôAngelo, segretario regionale Federazione Cisl Medici Campania.¬†Sabato 22 aprile¬†il congresso riapre alle ore 9.30 ed √® atteso¬†Biagio Papotto, segretario generale nazionale Cisl Medici, a seguire ci sar√† l‚Äôelezione e la proclamazione delle nuove cariche regionali.

    Ti potrebbero interessare...


    caricamento...

    LASCIA UN COMMENTO:

    Please enter your comment!
    Please enter your name here