Lunedì 5 giugno sarà aperto il cantiere per la realizzazione della nuova rotatoria all’altezza dell’incrocio fra la sp 234 di “Castel del Monte” e la sp 19 “Corato – San Magno verso Poggiorsini”. Un’opera che consentirà di migliorare la sicurezza di un incrocio più volte teatro di incidenti stradali consentendo agli autoveicoli in transito di moderare la velocità, ma anche la possibilità di inversione di marcia. La nuova rotatoria è finanziata con risorse della Città Metropolitana di Bari per un importo pari a 300 mila euro.

Un’opera che le comunità interessate attendevano da diversi anni perché la strada provinciale 234 è stata spesso teatro di incidenti stradali, anche mortali, dovuti soprattutto ai numerosi incroci presenti nonostante le regolamentazioni imposte come la segnaletica verticale e orizzontale, il limite di velocità a 50 chilometri e il divieto di sorpasso e di stop all’immissione della sp 19 sulla sp 234. – afferma Michelangelo Cavone, consigliere metropolitano delegato alla Viabilità –. Di qui la necessità di una rotatoria che regolasse il traffico e la velocità all’ altezza dell’incrocio più pericoloso con la s.p. 19”.

La sp 234 “di Castel del Monte” (ex ss 170) è percorsa, da flussi di traffico sostenuti in quanto collega direttamente l’abitato di Ruvo di Puglia con i Comuni di Minervino Murge e Spinazzola; su di essa confluiscono, inoltre, diverse viabilità provinciali provenienti dai comuni limitrofi (Corato, Gravina in Puglia, Poggiorsini, ecc). Un ulteriore notevole incremento di traffico è determinato, infine, dal fatto che la sp 234 è l’unico collegamento diretto fra la grande viabilità, rappresentata dalla sp 231 “Andriese – Coratina”, e Castel del Monte, luogo di primaria importanza turistico‐culturale che attrae consistenti flussi di visitatori in tutti i periodi dell’anno.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here