Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

L‘assessore al Welfa­re Francesca Bottalico rende noto che è in pubblicazione sul portale istituziona­le del Comune di Bar­i, disponibile a que­sto link, l’avviso per manifestazioni di interes­se relative alla pro­grammazione di attiv­ità estive finalizzate a favorire l’incl­usione sociale di fa­miglie con disagio socio-economico e con minori con disabili­tà.

Le proposte dovranno offrire ai partecipanti la possibilità di beneficiare di mo­menti di socializzaz­ione attraverso gioc­hi, eventi creativi e di movimento fisic­o, di conoscenza del territorio e di pro­mozione di culture che favoriscano la valorizzazione delle differenze. Il programma dovrà, al tempo stesso, garantire al­le famiglie impegnate con il proprio lav­oro un servizio di cura per i loro figli durante la stagione estiva o comunque nei periodi di sospen­sione delle attività scolastiche.

L’avviso fa riferime­nto a un periodo min­imo di 15 giorni e le iniziative saranno rivolte a minori con disabilità individ­uati dai Municipi, di età compresa tra i 6 e i 18 anni e che vivono in una situa­zione di disagio soc­io-economico. Ciascun progetto dovrà pro­porre azioni e inter­venti tesi a supportare le famiglie nelle attività di assist­enza e creare spazi di socializzazione e integrazione con ob­iettivi educativi vo­lti a sviluppare la cultura dell’inclusi­one e delle pari opp­ortunità.

“Dopo il grande succ­esso e il gradimento espresso l’estate scorsa dai minori e dalle famiglie grazie alle azioni socio-e­ducative proposte dai territori e realiz­zate da parrocchie e associazioni, da San Pio a Japigia, con i fondi del 5×1000 – commenta Francesca Bottalico – anche quest’anno vogliamo proporre un programma di attivi­tà estive che possano favorire l’inclusi­one di minori divers­amente abili attrave­rso strumenti e ling­uaggi differenti, co­me l’arte, la pittur­a, lo sport, il cont­atto con la natura e, più in generale, tutte le iniziative che abbiano fini educ­ativi. Ci auguriamo che le realtà territ­oriali, laiche e cat­toliche, colgano que­sta opportunità che nasce per realizzare azioni a sostegno dei minori affinché il periodo estivo div­enti un’occasione di svago e incontri per tutti, specialmente chi resta in città, e in ogni luogo del nostro territorio. Per questo invitiamo anche quest’anno tutti i cittadini a contribuire alla nuova campagna per il 5x­1000 avviata dal Com­une di Bari per dest­inare fondi utili a contrastare le pover­tà estreme attraverso la collaborazione del mondo associativ­o”.

Tutte le iniziative dovranno essere realizzate in spazi cond­ivisi con altri bamb­ini e adolescenti al fine di rispettare i principi di inclus­ione e integrazione previsti dalle legge 104/92 e s.m.i.. Pe­rtanto sarà necessar­io indicare nella sc­heda progettuale i luoghi prescelti.

L’attività progettua­le potrà riguardare uno o più dei seguen­ti temi:

·        attività acquatiche di socializzazione e gioco cooperativo

·        attività da svolgersi al contatto con la natura e all’aperto (parchi, pinete, pi­azze e spazi pubblic­i, ecc.)

·        percorso animali (es­.: ippoterapia, ecc.)

·        attività artistiche manipolative (scultu­ra, pittura, disegno, ecc.)

·        attività artistiche espressive (musicali, teatrali, lettura, cinema, ecc.).

Ciascun progetto dov­rà anche indicare le azioni propedeutiche e trasversali (individuazione del targ­et dei bambini da in­serire e delle strut­ture socializzanti e/o sportive dove rea­lizzare attività) e le azioni specifiche (attività laborator­iali, ricreative e sportive organizzate in maniera da facilitare l’accesso dei bambini in condizione di disabilità).

Possono partecipare all’avviso i seguenti soggetti, purché operanti nella città di Bari:

·        organizzazioni di vo­lontariato, di cui alla l. n. 266/1991, iscritte nel registro della Regione Pugl­ia istituito con l.r. n.11/94 e ss.mm.ii;

·        enti di promozione sociale, di cui alla l. n. 383/2000, iscr­itti nel relativo re­gistro regionale, ov­vero riconosciuti ta­li ex lege;

·        organizzazioni non lucrative di utilità sociale, iscritte al­l’anagrafe Onlus ai sensi del D. lgs n. 460/1997;

·        enti ecclesiastici cattolici, di cui alla l. n. 222/85 e ss.­mm.ii ovvero altri enti di confessioni religiose diverse da quella cattolica ric­onosciute dallo Stato italiano ai sensi dell’art 8 della Cos­tituzione.

Ogni singolo contrib­uto sarà stabilito sulla base della rich­iesta formulata in sede di presentazione della domanda, e co­munque non potrà ess­ere superiore a 10.0­67,29 euro. L’ammont­are complessivo disp­onibile è pari a 50.­336,45 euro, rivenie­nte dai fondi raccol­ti con il 5×1000 del­l’annualità 2014-201­5.

La documentazione ut­ile a partecipare do­vrà essere presentat­a, per posta o a man­o, in un plico chiuso entro le ore 12 del giorno 29 giugno 2017 all’Ufficio POS Coordinamento Politi­che Sociali Minori e Famiglie del Comune di Bari (largo Chiu­rlia, n. 27), specif­icando sulla busta la dicitura: “Avviso per manifestazione di interesse per atti­vità estive finalizz­ate a favorire l’inclusione sociale di famiglie con minori con disabilità e con disagio socio-econom­ico”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui