Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

C’è chi non riesce a dormire perchè fino alle 5 del mattino ci sono ragazzi che urlano, soprattutto all’interno del giardino Triggiani,  l’unico spazio del quartiere per le famiglie, ma che viene continuamente vandalizzato. Chi si sveglia la mattina per scoprire furti di scooter e ruote di auto. Già Borderline24 si era occupata dell’allarme sicurezza a San Girolamo e Fesca, e a distanza di poco meno di una settimana, nonostante il sopralluogo del sindaco Antonio Decaro per verificare i lavori sul waterfront e le rassicurazioni ai residenti, la situazione non è cambiata.

I due quartieri sono sprovvisti di controlli e presidi fissi delle forze dell’ordine. “Siamo stanchi – si lamentano i residenti – bisogna fare qualcosa. A cominciare da quel giardino, ci vogliono le telecamere. Via quel gazebo che diventa ritrovo fino all’alba. Non possiamo più vivere nel terrore e da barricati in casa, visto che ci sono urla in piena notte e continui furti”. C’è chi chiede persino l’eliminazione di quel giardino, perchè sta causando troppi problemi a chi abita nei condomini che affacciano sul parchetto.

“Dormire a San Girolamo ormai è diventato impossibile – si lamenta un altro residente –  È quasi l’una e un gruppo di ragazzini urla, canta e ride come se fosse giorno nei pressi della pasticceria Venere! Mi chiedo dove siano finiti il buon senso e la buona educazione! Mi chiedo dove sono quei controlli che dovrebbero esserci…che amarezza”.

“Non esistono solo i lavori del lungomare – aggiungono – qui siamo stati completamente abbandonati”.

Della questione se ne sta occupando anche il comitato di quartiere che ha inviato note di sollecito all’amministrazione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari