Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Il Comune di Bari ha stanziato 740mila euro per la manutenzione straordinaria delle tre aree di Largo Due Giugno: la più grande da 52mila metri quadrati, quella prospiciente il parco di 7mila metri quadrati e quella su via Jacini.

I lavori riguarderanno principalmente la manutenzione del verde, dei laghetti, con  piccoli interventi sugli arredi, le panchine, i muretti a secco e sugli attrezzi ludici. È incluso anche un servizio di reperibilità e pronto intervento per far fronte a situazioni di emergenza che possono creare pericolo per la pubblica incolumità, danni patrimoniali o disagi ai cittadini. È, invece, esclusa dal presente appalto la manutenzione degli edifici e degli impianti di illuminazione delle tre aree e la pulizia e la custodia dei servizi igienici, attività che rientrano in altre procedure pubbliche già attive.

“Con un appalto di due anni intendiamo dare continuità alla manutenzione, che già oggi è attiva ma che è in scadenza nei prossimi mesi – spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Giusepe Galasso -. Per non lasciare il parco sprovvisto di copertura manutentiva ci stiamo muovendo con il dovuto anticipo, anche perché sappiamo che quello è uno spazio pubblico posto molto frequentato da adulti e bambini, sportivi e famiglie, sia d’estate che d’inverno, e gli interventi di manutenzione non sono mai abbastanza. Parco 2 Giugno è una delle nostre aree verdi più importanti, cui intendiamo dedicare la dovuta attenzione”.

In questi giorni, infine, si sta per concludere l’iter autorizzativo e procedurale per avviare i lavori di ristrutturazione del chiosco sito all’interno del parco, affidato dalla ripartizione Patrimonio mediante procedura di evidenza pubblica.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Buongiorno assessore Galasso, ovviamente non posso che essere contento dell’iniziativa anche se 740.000€ non sono proprio pochi. Però non voglio entrare nel merito dell’importo, ma evidenziare come il mantenimento di un parco/di un’area a verde ha dei costi non proprio irrilevanti. In quest’ottica tempo fa avevo commentato il suo post relativo al nuovo pardo in fase di realizzazione al quartiere Japigia; in quel post ponevo la domanda se i successivi costi di manutenzione/gestione del nuovo parco fossero stati quantizzati e previsti a bilancio, nel contempo suggerivo come eventuale ipotesi quella di una possibile cessione della gestione del parco a privati che potessero sfruttarlo inserendo attività ludiche/commerciali come per Torre Quetta. L’Amministrazione attuale sta cercando, con fatica e merito, di migliorare la nostra città puntando sul verde, sulle piste ciclabili ecc. Però ritorno a chiederle…possiamo permettercelo, sono previsti nei bilanci futuri i costi per la relativa manutenzione? se così non fosse, ripeto, xchè non pensare già da ora ad un eventuale intervento/partecipazione di privati? evitando così fra qualche anno di denunciare l’eventuale degrado di strutture realizzate da poco. Thks in adv per l’eventuale risposta

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui