“È andato tutto in maniera perfetta, con gare emozionanti, avvincenti e insolite, in bilico tra chi vinceva, chi arrivava secondo e chi provava a salire sul podio”.

Laura De Renzis, responsabile tecnica organizzativa della Federazione italiana nuoto (Fin), riassume con queste parole il successo sportivo e organizzativo della quattro giorni dei Campionati italiani di Nuoto sincronizzato conclusosi oggi alo Stadio del Nuoto di Bari. Una manifestazione che ha portato in città, tra giovani atlete (oltre 500), staff e accompagnatori, più di mille persone provenienti da tutta Italia.

I migliori talenti del sincronizzato della categoria ragazze dai 13 ai 15 anni si sono sfidati fino all’ultima piroetta, a ritmo di musica e danza, nella piscina olimpionica dell’impianto barese. Ottima la riuscita della manifestazione organizzata dalla Waterpolo Bari che, con le sue Sincronette, allenate da Chara Colonna e le sorelle Floriana e Alessia Didonna, sono riuscite a dare filo da torcere alle avversarie in tutte le discipline.

“L’organizzazione della Waterpolo Bari è stata ottima – conferma De Renzis – e vanno fatti i complimenti allo staff e alla tenuta dell’impianto, dotato di vasche spettacolari che si prestano per questi eventi di caratura nazionale. Come squadra, quella delle Sincronette è cresciuta tanto e ha qualificato tante atlete per la manifestazione. I progressi sono visibili. Molti talenti visti in gara – conclude – saranno selezionati per la squadra nazionale in vista della Coppa Comen di agosto, che si terrà in Portogola, a Mealhada”.

Le gare hanno entusiasmato il pubblico e hanno visto primeggiare Il Busto Nuoto, squadra di Busto Arsizio, nella competizione a Squadre. In quella Solo e libero combinato ha vinto, invece, Aurelia Nuoto, mentre negli Obbligatori e nel Doppio, le ragazze venete del Montebelluna.

 

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here