Sperimentazione sulla rete ultraveloce 5G, l’Ateneo di Bari vince l’avviso pubblico del Ministero

La sperimentazione, che si realizzerà attraverso progetti specifici che saranno definiti con il contributo fondamentale dei docenti e ricercatori dell’Università di Bari, prevede lo sviluppo di servizi innovativi che, utilizzando le potenzialità della rete 5G, dovranno andare ad incidere profondamente sullo sviluppo del territorio

Ateneo Bari
L'Università di Bari

L’Università degli Studi di Bari ha vinto, in partenariato con altri importanti soggetti pubblici e privati, l’avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico per le sperimentazioni pre-commerciali per reti 5G.

Grandi le opportunità offerte dalla sperimentazione sul 5G, che faranno riferimento alle aree territoriali di Bari e Matera, e che potrà – come sottolineato dal Magnifico Rettore dell’Università di Bari Prof. Antonio Felice Uricchio – prendere in considerazione “cases” avanzati relativi ad una molteplicità di domini applicativi che vanno dalla Città connessa alla cittadinanza attiva, dalla cyber/physical urban security alle applicazioni sanitarie avanzate, dall’uso di sistemi di analisi in tempo reale di Big Data alle tecniche di “augmented reality” per applicazioni in ambito turistico, all’industria 4.0 ed alla mobilità e logistica.

Attraverso la sperimentazione sulle reti ultraveloci di ultimissima generazione l’Università di Bari intende garantire un vantaggio competitivo importante sia in termini di know-how tecnologico che di potenziale sviluppo economico per il territorio. La sperimentazione, che si realizzerà attraverso progetti specifici che saranno definiti con il contributo fondamentale dei docenti e ricercatori dell’Università di Bari, prevede lo sviluppo di servizi innovativi che, utilizzando le straordinarie potenzialità della rete 5G, dovranno andare ad incidere profondamente sullo sviluppo del territorio.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here