Summer school per magistrati argentini e giuristi italiani all’Università di Bari

Il corso si tiene presso lo student center dell’ex palazzo delle poste.    Il tema dei “Diritti fondamentali, poteri pubblici, fiscalità nelle politiche di coesione” sarà affrontato da venti docenti italiani e sud-americani con un approccio multidisciplinare e comparatistico

Palazzo Poste
Palazzo Poste

Da oggi  al 13 ottobre, 35 magistrati argentini insieme a laureati e dottori di ricerca italiani, prenderanno parte alla seconda edizione della summer school su temi giuridici indetta dal Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e diretta da Piergiuseppe Otranto, docente di quel Dipartimento.

 Il corso si tiene presso lo student center dell’ex palazzo delle poste.    Il tema dei “Diritti fondamentali, poteri pubblici, fiscalità nelle politiche di coesione” sarà affrontato da venti docenti italiani e sud-americani con un approccio multidisciplinare e comparatistico. Si parlerà, tra l’altro, di processi di integrazione regionale, zone economiche speciali, fiscalità per lo sviluppo economico, compiti di benessere dell’Amministrazione, diritti fondamentali nella società multiculturale, protezione dei minori non accompagnati, accoglienza dei migranti e politiche di inclusione, crimine organizzato e terrorismo.

Sarà presentato il  volume collettaneo “Funzione promozionale del diritto e sistemi di tutela multilivello” (a cura di F. Lacava, P. Otranto e A. Uricchio ) che raccoglie diciannove saggi sui temi affrontati dai docenti dei due Paesi durante la summer school del 2016.

Nel pomeriggio sarà sottoscritto un accordo quadro tra Università di Bari e Ministerio Publico de la Defensa de la Ciudad Autonoma de Buenos Aires (organo del potere giudiziario che garantisce l’effettività del diritto di difesa dei cittadini meno abbienti nei processi penali e nelle azioni individuali e di classe contro la pubblica Amministrazione) avente ad oggetto in particolare lo svolgimento di attività di formazione dei magistrati di quel Paese.

La nuova edizione della settimana di studi, l’iniziativa editoriale ed il nuovo accordo di cooperazione, arricchiscono il dialogo multidisciplinare su temi giuridici di grande attualità e costituiscono un tangibile risultato del processo di internazionalizzazione dell’Ateneo barese fortemente voluto dal rettore Antonio Uricchio.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here