Cabtutela.it
Aproli

Diciannove bellezze, provenienti da cinque continenti, impegnate in progetti per ambiente, salute, diritti umani e integrazione culturale. Diciannove ambasciatrici del Progresso stamane, nella sede del Consiglio regionale a Bari, hanno presentato la quinta edizione del Miss Progress International.

La manifestazione, partita il 13 ottobre, porterà le diciannove finaliste in giro per la Puglia per esplorare le terre di Bari e Taranto. Non il solito concorso di bellezza, ma un confronto tra culture dei cinque continenti rappresentati dalle diciannove ragazze in lizza per il riconoscimento non solo della loro bellezza, ma soprattutto dell’impegno in favore della loro terra. Il riconoscimento, determinato dalla valutazione su efficacia, sostenibilità e fattibilità del progetto, sarà ufficializzato durante la serata finale di questa edizione, in programma venerdì 20 ottobre nel Teatro Comunale di Carosino (Taranto).

“Un’iniziativa che parte dall’accoglienza per arrivare ad una solidarietà internazionale”, ha sottolineato Luigi Morgante, consigliere regionale e componente della Commissione Ambiente, presente stamane insieme al direttore del concorso Giuseppe Borrillo e Giuseppe Moro di Puglia Promozione.   L’organizzazione della manifestazione, unica nel panorama internazionale, è a cura dell’associazione culturale no profit In Progress. La novità per questa edizione è costituita dalle “videocartoline” realizzate dalle diciannove partecipanti, attraverso una narrazione frutto della loro esperienza vissuta durante le tappe del loro soggiorno in Puglia.  “Portiamo il mondo in Puglia e la Puglia nel mondo – ha dichiarato il direttore del concorso Giuseppe Borrillo – siamo sempre più convinti che la nostra iniziativa, unica nel suo genere, possa permettere di far conoscere le nostre bellezze a livello internazionale e, a queste ragazze, di realizzare progetti utili a migliorare la vita nei loro Paesi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui